08:37 27 Giugno 2019
Hillary Clinton

Wikileaks pubblica lettere confidenziali di Podesta, dello staff Clinton

© REUTERS / Mike Segar
Mondo
URL abbreviato
4240

La prima parte delle pubblicazioni di Wikileaks è costituita da 2060 mail, 170mila allegati. È la corrispondenza di Podesta su questioni come energia nucleare e donazioni alla Fondazione Clinton.

I primi giorni di ottobre, il fondatore di WikiLeaks Julian Assange, durante una videoconferenza a Berlino, aveva promesso entro fine anno di pubblicare "dati significativi" su Governi di tre Paesi e sulle elezioni americane. Wikileaks ha pubblicato più di 2050 di 50.000 email della corrispondenza di John Podesta, a capo della campagna elettorale di Hillary Clinton. Alcune delle lettere pubblicate riguardano la Turchia i suoi interessi nel conflitto siriano, e il ruolo nella lotta contro il gruppo terroristico Daesh.

"La Turchia vuole imporre una no-fly zone nel nord della Siria per proteggere i rifugiati e per arrestare il loro flusso verso la Turchia, ma questo può avvenire solo con la presenza di forze di terra" si legge in una lettera ai rappresentanti del Consiglio di Difesa USA.

La lettera sottolinea inoltre che l'Iran potrebbe diventare un "tema catalizzatore" per Turchia e  Stati Uniti e la Russia e il presidente Bashar al-Assad potrebbero essere visti come una minaccia alla sicurezza per entrambi i Paesi.

Dagli uffici della Clinton hanno risposto alla pubblicazione, non confermando l'autenticità dei documenti rubati. Secondo lo staff della candidata, Julian Assange "non nasconde il suo desiderio di nuocere Hillary Clinton."

La prima parte delle pubblicazioni di Wikileaks è costituita da 2060 e 170mila allegati. È la corrispondenza di Podesta su questioni come energia nucleare e pubblicazioni dei media riguardanti le donazioni alla Fondazione Clinton.

In precedenza, Wikileaks ha divulgato 19 mila 252 email del Comitato nazionale dei Democratici USA. Dalla corrispondenza si evince che  si cercano modi per sostenere attivamente la Clinton durante le primarie e screditare il suo principale avversario, il senatore Bernie Sanders.

Tags:
elezioni, notizia, governo, Hillary Clinton, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik