16:41 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
10210
Seguici su

L’operazione “Enduring Freedom”, lanciata dagli Usa in Afghanistan quindici anni fa, è stata un fallimento: i talebani sono ancora attivi e la produzione di oppio è in piena espansione. Ne ha parlato a RIA Novosti il redattore capo della rivista Politics First Marcus Papadopoulos.

"Quindici anni dopo l'inizio dell'operazione degli Usa in Afghanistan è chiaro che gli obiettivi della missione non sono stati raggiunti. Di fatto gli Usa hanno fallito" ha detto Papadopoulos.

"In primo luogo, il movimento talebano non è stato sconfitto e continua ad occupare una vasta area dell'Afghanistan… Inoltre, i talebani dispongono delle possibilità per compiere attacchi mortali contro le forze Nato e il governo afghano, in quelle aree che gli americani considerano sicure, tra cui Kabul" ha spiegato l'esperto.

In secondo luogo, Papadopoulos ha sottolineato che "il commercio di oppio in Afghanistan non è diminuito ma aumentato, battendo il record del 2014, secondo i dati dell'Onu."

"Nel quindicesiomo anniversario dell'operazione ‘Enduring Freedom' è chiaro che l'Afghanistan non è libero né dai talebani né dal commercio di oppio" ha concluso Papadopoulos.

Correlati:

Afghanistan, per ex presidente Karzai “inutile” lotta coalizione USA contro talebani
Afghanistan/Pakistan, Russia: Non abbiamo contatti con i talebani
“I talebani pianificano attacchi durante la conferenza NATO di ottobre a Bruxelles”
Tags:
enduring freedom, operazione militare, oppio, situazione in Medio Oriente, Talebani, USA, Afghanistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook