02:22 08 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

La presenza dei militari turchi nei pressi della città irachena di Ba`shiqah, situata 25 chilometri a nord-est di Mosul, ha provocato una nuova ondata di tensione nei rapporti tra Iraq e Turchia.

Come riportato nei pressi di Ba`shiqah, controllata dalle milizie peshmerga dei curdi, sono presenti 600 militari turchi. In questo contesto era circolata la notizia secondo cui gli Stati Uniti hanno avviato i lavori per la costruzione di una base militare nei pressi di Ba`shiqah.

Il comandante delle forze peshmerga a Ba`shiqah Livan Nurettin ha smentito questa notizia in un'intervista con Sputnik.

"La notizia sulla costruzione di una base militare americana nella zona non corrisponde alla realtà. A Ba`shiqah non ci sono soldati americani o rappresentanti del comando militare degli Stati Uniti. Al momento ci sono solo i militari turchi. Inoltre non è vera nemmeno la notizia secondo cui la Turchia avrebbe inviato a Ba`shiqah altri uomini. Il numero dei soldati turchi è rimasto invariato. Non posso dire il numero preciso per ragioni di sicurezza,"- ha sottolineato il comandante peshmerga.

Livan Nurettin ha anche sottolineato che la questione della partecipazione dei soldati turchi nell'operazione per liberare Mosul dai fondamentalisti del Daesh verrà chiarita nel prossimo futuro. Secondo lui, le forze peshmerga stanno completando gli ultimi preparativi dell'operazione per la liberazione di Mosul, che dovrebbe iniziare da un giorno all'altro.

Correlati:

Iraq, premier insiste: via le truppe della Turchia
Kurdistan, meglio autonomi nell’Iraq che colonia indipendente della Turchia
Iraq, riprende l'avanzata dell'esercito regolare per liberare Mosul
Tags:
ISIS, Curdi, Terrorismo, Difesa, Sicurezza, Peshmerga, Mosul, Iraq, Turchia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook