05:13 19 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
2180
Seguici su

ISIS e Jabhat Fatah Al Sham non saranno mai parte del cessate il fuoco in Siria. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

“Tutti sanno bene — è scritto nella decisione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite — che il regime di cessazione delle ostilità non ha mai incluso e non potrà mai comprendere Isis e Jabhat al Nusra e quelli che si sono fusi con queste organizzazioni terroristiche", ha detto Lavrov dopo la conferenza stampa con il suo omologo francese Jean-Marc Ayrault.

Lui ha anche detto che lo schieramento di sistemi missilistici S-400 e S-300 in Siria è per scopo puramente difensivo e non pone minacce per nessuno ma mira unicamente a garantire la sicurezza del personale militare russo che opera nel paese.

"Abbiamo semplicemente bisogno di garantire la sicurezza del nostro personale militare e della nostra struttura di manutenzione navale nel porto di Tartus" in una "situazione ancora estremamente volatile", ha detto Lavrov.

Correlati:

Lavrov: Russia pronta a tutto per normalizzare il conflitto in Siria
Siria, Lavrov: crisi può essere risolta solo attraverso sforzo comune
Tags:
cessate il fuoco, Consiglio di Sicurezza ONU, ONU, Jean-Marc Ayrault, Sergej Lavrov, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook