Widgets Magazine
22:15 17 Settembre 2019
Militare in Siria

L’Occidente pretende un cambio di rotta da parte della Russia in Siria

© Sputnik . Ilya Pitalev
Mondo
URL abbreviato
22148
Seguici su

L’Occidente conta che la Russia riesamini la sua posizione sulla Siria, in caso contrario saranno considerate “altre alternative” per la soluzione del conflitto. Lo ha dichiarato oggi il vice ministro degli esteri britannico Tobias Ellwood in un’intervista alla CNN.

Egli ha evidenziato che le trattative tra Mosca e Washington sulla Siria hanno offerto una significativa chance di definire la situazione, e la loro interruzione è decisamente "pericolosa".

Ellwood ha affermato che nell'aspirazione di collaborare con la Russia l'Occidente ha dimostrano non poca pazienza, e ogni volta le aspettative sono state tradite.

Usa, Regno Unito, Francia e altri paesi aspiravano a collaborare con la Russia per via della sua influenza nella Regione. L'Occidente ritiene che Mosca abbia utilizzato la sua autorità solo per sostenere il presidente siriano Bashar al-Assad, peggiorando la situazione.

Adesso, ha asserito Ellwood, bisognerà trovare un modo alternativo per "proteggere la gente in Siria", fino a quando la Russia non tornerà al tavolo delle trattative e non si renderà conto della necessità di fermare il governo di Damasco.

Correlati:

Siria, Schaefer: non esiste nessuna speranza senza accordo Russia-Usa
Siria, Cremlino: Russia ancora aperta a possibile cooperazione con gli Stati Uniti
Siria, Cremlino: Non siamo d’accordo su limiti a potere di veto all’Onu
Tags:
soluzione, Conflitto, Cooperazione, Trattative, Situazione in Siria, Occidente, Gran Bretagna, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik