00:20 12 Dicembre 2018
Amnesty International

Amnesty International: più della metà dei rifugiati è stata accolta da Paesi poveri

© flickr.com/ Celeste Damiani
Mondo
URL abbreviato
222

Il Regno Unito dal 2011 ha accolto meno di 8 mila siriani, mentre la Giordania ne ha ospitati più di 665mila.

Più della metà dei rifugiati in tutto il mondo è stata accolta da Paesi poveri mentre i Paesi dalle economie avanzate, di fronte ad un'equa redistribuzione dei profughi, hanno evitato di assumersi le loro responsabilità, ha riferito Amnesty International martedì.

"Solo 10 dei 193 Paesi del mondo hanno accolto più della metà di tutti i rifugiati. Un piccolo numero di Paesi, infatti, è costretto a convivere con la crisi degli altri Stati. Questa situazione è intrinsecamente instabile e condanna a sofferenze insopportabili milioni di persone in fuga da guerre e persecuzioni, da Paesi come la Siria, Sud Sudan, l'Afghanistan e l'Iraq" ha detto il segretario generale dell'organizzazione Salil Shetty.

Nel rapporto "Superare la crisi mondiale della migrazione: dall'evasione alla condivisione delle responsabilità" si legge che in questo momento in tutto il mondo ci sono 21,3 milioni di rifugiati.

Di questi la maggior parte sono ospitati in un totale di dieci Paesi, il cui PIL totale rispetto alla percentuale mondiale, costituisce meno del 2,5%. I difensori dei diritti umani ritengono che una divisione equa dei rifugiati tra tutti i Paesi consentirà di trovare una casa per il 10% dei rifugiati ogni anno.

In questo momento la maggior parte dei rifugiati è in Giordania (2,7 milioni), Turchia (2,5 milioni), Pakistan (1,6 milioni), Libano (1,5 milioni), Iran (979 mila), Etiopia (736 mila), Kenya (554 mila), Uganda (477 mila), Repubblica Democratica del Congo (338 mila), Ciad (369 mila).

"Se ognuno dei Paesi tra i più ricchi al mondo avesse accettato un numero di rifugiati proporzionale alle sue dimensioni, la sua sicurezza e tasso di disoccupazione, la ricerca di una casa per la maggior parte dei profughi sarebbe stata già avviata alla risoluzione del problema", ha dichiarato Shetty, aggiungendo che per la realizzazione di questo progetto manca solo la volontà politica.

Nel rapporto si evidenzia anche un netto contrasto per il numero di rifugiati siriani, ospitati dai Paesi confinanti ed altri  Stati.

"Per esempio, il Regno Unito dal 2011 ha accolto meno di 8 mila siriani, mentre la Giordania, dove la popolazione è meno numerosa di quasi 10 volte e il cui PIL è pari solo di 1,2% rispetto a quello mondiale, ha ospitato più di 665 mila profughi dalla Siria", si legge nel rapporto.

Tags:
rifugiati, profughi, profughi, Amnesty International, Mondo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik