05:36 09 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
13163
Seguici su

La vedova di una vittima degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001 ha citato in giudizio l’Arabia Saudita. Si tratta del primo caso dal varo della nuova legge che lo consente. Lo ha fatto sapere l’agenzia Bloomberg.

Stephanie Ross Desimone era incinta quando suo marito è rimasto ucciso nell'attacco al Pentagono a Washington e adesso per conto proprio e per conto di sua figlia accusa l'Arabia Saudita di sostegno ad Al Qaeda e al suo leader Osama bin Laden.

Patrick Dunn, il marito, serviva nella Marina militare degli Usa. La Desimone, riferisce l'agenzia citando il documento del tribunale, chiede il risarcimento per la morte violenta del coniuge e i danni morali. l'importo dell'indennizzo non è stato divulgato.

Il Ministero degli esteri saudita sostiene che la legge approvata dagli Usa mina i principi d'immunità dello stato, che hanno costituito la base delle relazioni internazionali per centinaia di anni.

Correlati:

L’Arabia Saudita finanzia Hillary
L’Arabia Saudita si compra anche l’Onu
Gli americani non vogliono sostenere l’Arabia Saudita
Tags:
risarcimento, Causa, Attentato terroristico, Vittime, Terrorismo, Legge, 11 settembre, Al Qaeda, Bin Laden, Arabia Saudita, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook