04:09 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
21893
Seguici su

La Russia ha dato a intendere agli Usa che la partnership in Siria non è più valida. Ne parla Patrick Lawrence sul settimanale statunitense The Nation.

Nel suo articolo, Lawrence cerca di capire le ragioni per cui l'accordo tra Mosca e Washington in Siria sia fallito così velocemente.

Secondo lui, Mosca, avviando con i siriani l'improvvisa offensiva su larga scala contro gli occupanti di Aleppo, mostra i muscoli a Washington e non nasconde la sua stizza per gli Usa.

Ma Lawrence ritiene che questa sia solo la risposta russa alle azioni di Washington.

"È come se Mosca dicesse a Washington: dal momento che insistete su una nuova guerra fredda, combattiamo."

Lawrence descrive le cause che hanno fatto perdere la pazienza a Mosca. In particolare, riguardo gli obiettivi perseguiti dagli Usa in Siria.

"Mosca ha finalmente capito che gli americani non vogliono abbandonare la loro ossessione di organizzare un altro colpo di stato in nome della rivalità delle grandi potenze."

L'autore pensa che la democrazia sia "l'ultima cosa di cui hanno bisogno gli Usa nel mondo arabo". Egli ritiene che le dichiarazioni sull'"incertezza strategica" degli obiettivi di Washington in Siria, siano "sciocchezze" e la Russia lo ha capito.

Lawrence ha rivolto l'attenzione alla minaccia che potrebbe rappresentare Hillary Clinton per la Russia in Siria, qualora fosse eletta prossimo presidente degli Usa.

Gli obiettivi russi in Siria dopo un anno non sono cambiati: annientare l'Isis e al-Nusra e sostenere l'attuale governo, in modo che le parti in conflitto possano trovare una soluzione politica al conflitto.

Correlati:

Siria, Usa: Intesa su riduzioni dei rischi in operazioni aeree con Russia rimane
Siria, Russia: da Usa danni a relazioni bilaterali se si mettono in discussioni accordi
“Cresce il rischio di uno scontro militare tra Russia e USA in Siria”
Tags:
operazione militare, Conflitto, crisi, Cooperazione, Terrorismo, Situazione in Siria, Lotta al terrorismo, Al-Nusra, ISIS, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook