12:30 25 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-5°C
    Campidoglio USA

    Usa, nuova legge scatena l’ira di Riyad contro Washington

    © flickr.com/ rj_schmidt
    Mondo
    URL abbreviato
    221306210

    I sauditi hanno minacciato “catastrofiche conseguenze” alla legge Usa che consente ai parenti delle vittime degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001 di citare in giudizio Riyad. Lo riporta il settimanale tedesco Der Spiegel.

    La legge in questione è stata adottata dal Parlamento mercoledì. Il presidente Barack Obama ha cercato di porre il veto, ma il Congresso lo ha respinto.

    "Per il presidente Obama la decisione del Congresso… è una sconfitta in politica interna. L'Arabia Saudita si è indignata e avverte che ci saranno delle conseguenze" ha scritto lo Spiegel.

    La pubblicazione fa riferimento alla dichiarazione del Ministero degli esteri saudita, che ha invitato il Congresso a "prendere tutte le misure necessarie per scongiurare pericolose e catastrofiche conseguenze". A quali conseguenze stia pensando Riyad il Minestero non lo ha specificato.

    La nuova legge consente ai parenti delle vittime e ai superstiti degli attentati dell'11 settembre 2001 di citare in giudizio qualsiasi paese. Tuttavia, ricorda lo Spiegel, 15 dei 19 terroristi erano originari dell'Arabia Saudita.

    Barack Obama ha dichiarato che questa legge può danneggiare gli interessi nazionali degli Usa.

    Correlati:

    L’Arabia Saudita finanzia Hillary
    L’Arabia Saudita si compra anche l’Onu
    Gli americani non vogliono sostenere l’Arabia Saudita
    Tags:
    Conseguenze, Attriti, Causa, Tribunale, terrorismo, Legge, Attentato terroristico, 11 settembre, Congresso USA, Barack Obama, Arabia Saudita, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik