15:35 19 Settembre 2017
Roma+ 22°C
Mosca+ 13°C
    Hillary Clinton

    L’antipatia reciproca tra Hillary Clinton e Mosca

    © AP Photo/ Carolyn Kaster
    Mondo
    URL abbreviato
    161202250

    I rapporti tra Hillary Clinton e Mosca hanno toccato il punto basso nel 2011, quando, da segretario di stato, ha aspramente criticato le elezioni parlamentari russe. Lo riporta il Wall Street Journal.

    Nel corso del dibattito presidenziale di lunedì, la Clinton ha palesato la sua sfiducia nei confronti del presidente russo, e, come sottolineato dalla pubblicazione, questa diffidenza è reciproca. Secondo ex diplomatici e funzionari governativi russi, Mosca percepisce il suo programma di diffusione della democrazia come una minaccia.

    "La Clinton è l'incarnazione dell'interventismo liberale. La Russia lo percepisce come una minaccia alla sua sovranità" spiega al WSJ il politologo russo Fyodor Lukyanov.

    Al Cremlino questo punto di vista è molto diffuso. Il governo russo ha spesso criticato Washington per le "rivoluzioni democratiche", come in Medio Oriente o nella vicina Ucraina. La Russia ritiene che Washington stia perseguendo una politica di "cambiamento", diretta anche contro Mosca.

    Correlati:

    Usa 2016, Clinton e Trump pronti al faccia a faccia: oggi il primo confronto
    Mailgate, FBI: Hillary Clinton ha dimenticato documenti segreti in albergo in Russia
    Rivista americana rivela lo “scheletro nell'armadio” della credibilità di Hillary Clinton
    Tags:
    politica, fiducia, Cooperazione, Elezioni presidenziali USA 2016, Hillary Clinton, Vladimir Putin, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik