05:20 24 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
102
Seguici su

Il presidente del sub comitato Emergency Preparedness, Response and Communications della Camera Usa: Il rischio è che immischiarsi nelle elezioni americane o incitare perturbazioni economiche diventerà la nuova norma.

"Oltre alle dighe e alle reti elettriche, le 'infrastrutture critiche' che i nemici bersagliano ora includono i server dati di vendita al dettaglio, gli scambi di e-mail dei politici e anche le telecamere sui nostri smartphone".

Lo ha spiegato il repubblicano Dan Donovan, membro del Congresso e presidente del sub comitato della Camera sulla Preparazione all'emergenza, la risposta e le comunicazioni (Emergency Preparedness, Response and Communications), che ha giurisdizione sulle politiche anti-terrorismo e quelle legate ai disastri naturali.

"Per natura, la minaccia informatica è in continua evoluzione — ha sottolineato l'esponente politico — e la burocrazia della sicurezza deve essere abbastanza agile per essere un passo avanti. In caso contrario — ha ammonito Donovan, la cui proposta di legge "Cyber Preparedness Act" è stata appena approvata alla Camera con un voto bipartisan — immischiarsi nelle elezioni americane o incitare perturbazioni economiche diventerà la nuova norma".

La nuova legge, se verrà approvata anche dal Senato e ratificata dal presidente Usa, permetterà ai rappresentanti dei fusion centers locali e statali di operare congiuntamente al di fuori del National Cybersecurity and Communications Integration Center (Nccic) del dipartimento per la Sicurezza interna.    

Correlati:

Cyber security, in Italia c'è ancora troppa poca attenzione su pericoli e minacce
Singh vola in Russia e negli Usa per discutere di cyber security e lotta al terrorismo
Tags:
Sicurezza, cyber-security, Dan Donovan, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook