17:51 16 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
8524
Seguici su

In un’intervista al canale 112 Ukraina il deputato Nadezhda Savchenko ha dichiarato che l’intera Ucraina ha bisogno dello statuto speciale.

Secondo la Savchenko, la concessione di particolari condizioni di autonomia a Luhansk e Donetsk non è sufficiente: nel paese è arrivato il momento del decentramento in quanto gli ucraini non vogliono che tutto il potere sia concentrato nelle mani del presidente.

«Non può esserci nessuno statuto speciale per il Donbass, per Donetsk, per Luhansk. Esso deve essere concesso a tutta l'Ucraina. Sono maturati i tempi per il decentramento, per questo è stata invasa Maidan (la piazza principale di Kiev, teatro delle proteste del 2013-2014, ndr). Allora gente non voleva che tutte le risorse si concentrassero nelle mani di Viktor Yanukovich; adesso, credo, non vogliono che si concentrino nelle mani dell'attuale presidente» ha affermato il deputato.

Ella ha sottolineato che questa decisione non aiuterà soltanto il Donbass, ma consentirà anche di «cacciare la Russia oltre i confini».

In precedenza la Savchenko aveva criticato il presidente Poroshenko per portato a termine le riforme.

Le dichiarazioni della Savchenko hanno spesso avuto grande risonanza in Ucraina e all'estero. Ella ha definito la Russia «un nemico da combattere», ha chiesto la fine dell'operazione militare nel Donbass e ha esortato a colloqui diretti con i leader locali.

 

In Russia Nadezhda Savchenko era stata condannata a 22 anni di reclusione per il concorso nell'omicidio di due giornalisti russi nel Donbass. A maggio 2016 il presidente Putin le ha concesso la grazia.

Correlati:

Nadia Savchenko si lamenta del presidente Poroshenko in una visita negli USA
Savchenko di nuovo contro la Russia
Ucraina, Nadia Savchenko chiede fine operazione militare di Kiev nel Donbass
Tags:
Intervista, Statuto speciale, Dichiarazione, Situazione in Ucraina, Nadia Savchenko, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook