10:04 17 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 19°C
    Atleta russo alle Paralimpiadi 2012 a Londra

    Presidente del Comitato Paralimpico russo commenta sentenza di Dusseldorf

    © Sputnik. Anton Denisov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 50950

    Il presidente del Comitato Paralimpico russo Vladimir Lukin ha riferito che la bocciatura della richiesta di ammissione degli atleti russi alle Paralimpiadi stabilita dai giudici tedeschi era prevedibile e la creazione di un'unica causa dipenderà dall'esito delle trattative con il Comitato Paralimpico Internazionale.

    Giovedì la Corte costituzionale tedesca ha respinto il ricorso russo, sostenendo tra l'altro, che una tale decisione rappresenterebbe una significativa e conflittuale ingerenza con l'autonomia del Comitato Paralimpico Internazionale (IPC), che ha sede a Bonn.

    "C'era da aspettarselo. Di fatto si tratta di passare attraverso queste procedure affinchè gli atleti che lo desiderano possano fare ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo", — ha detto ai giornalisti Lukin, commentando la sentenza della giustizia tedesca.

    Correlati:

    Mosca, la cerimonia di apertura delle Paralimpiadi degli atleti russi
    Paralimpiadi, la corte elvetica respinge il ricorso della Russia
    Atleti paralimpici russi squalificati anche dalle Paralimpiadi 2018
    La Russia farà ricorso per la squalifica dalle Paralimpiadi
    Russia non ammessa alle Paralimpiadi 2016
    Tags:
    Giustizia, Sport, doping, Comitato Paralimpico Internazionale - CPI, Comitato Paralimpico Russo (RPC), Vladimir Lukin, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik