23:18 19 Luglio 2018
Caccia F-16

La Danimarca ammette di aver partecipato al raid contro l'esercito siriano

© AFP 2018 / MARIO LAPORTA
Mondo
URL abbreviato
43536

Copenhagen ha ammesso il suo coinvolgimento nel bombardamento contro le posizioni delle forze governative siriane nei pressi di Deir ez-Zor; nel raid della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti erano presenti 2 caccia F-16 dell'Aviazione danese.

In un comunicato pubblicato sul sito delle forze armate danesi si osserva che Copenaghen è pronta a porgere le proprie scuse ufficiali a Damasco se verranno confermati i dati sul raid aereo erroneo.

"L'attacco è stato immediatamente fermato, dal momento che dalla Russia è arrivata la segnalazione sul bombardamento in corso contro le forze siriane," — hanno rilevato i militari danesi.

In precedenza l'Australia aveva ammesso il proprio coinvolgimento nel raid contro l'esercito siriano.

"Il nostro Paese non avrebbe mai preso di mira le truppe siriane e sostenuto i terroristi dello Stato Islamico", — hanno dichiarato al ministero della Difesa australiano, porgendo le condoglianze alle vittime.

Il dicastero della diplomazia russa ha osservato che questo tipo di "errori" da parte della coalizione sembrano più cooperazione e sostegno a beneficio dei terroristi di ISIS.

Correlati:

“L'errore in Siria potrebbe costare molto caro agli USA”
Zakharova risponde alla Power: vada in Siria ad imparare cos’è la vergogna
Rappresentate permanente USA all’ONU: la Zakharova dovrebbe semplicemente vergognarsi
Siria, Coalizione attacca esercito siriano. Zakharova: gli USA stanno proteggendo il Daesh
Coalizione USA attacca l'esercito siriano, ne approfitta il Daesh
Tags:
ISIS, Terrorismo, Bombardamenti in Siria, Esercito della Siria, Coalizione USA anti ISIS, Danimarca, Australia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik