14:02 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 28°C
    ONU

    Al via la 71esima edizione dell'Assemblea generale Onu: focus sui rifugiati

    © flickr.com/ Steve Calcott
    Mondo
    URL abbreviato
    131603

    A margine assemblea, summit ospitato da Obama insieme ai governi di Canada, Etiopia, Germania, Giordania, Messico e Svezia per trovare una soluzione comune alla crisi mondiale dei profughi.

    Prenderà il via oggi la 71esima sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite che avrà come tema principale la migrazione e la necessità di elaborare una risposta internazionale ad una crisi senza precedenti. Si tratta del primo evento a livello di capi di Stato e di governo che affronta la questione dei rifugiati. Negli ultimi anni, il mondo ha sperimentato livelli record di migrazioni e trasferimenti. Tra il 2005 e il 2015, la popolazione dei rifugiati è cresciuta da 37 a 65,3 milioni a causa della crescenti violenze in Medio Oriente e Nord Africa. I rifugiati transfrontalieri sono pari a circa 13,7 milioni nel 2014, con il numero che si stima in aumento fino al 16,4 milioni entro il 2017. L'Europa, in particolare, è diventata una delle principali destinazioni per i migranti internazionali: Frontex ha registrato più di 1,8 milioni di attraversamenti illegale nel 2015.

    Soluzione blueprint

    Il vertice cercherà di delineare una risposta internazionale al problema.

    "Questa è la prima volta che l'Assemblea Generale ha chiesto un vertice ai capi di Stato e di governo sui grandi movimenti di rifugiati e migranti, ed è un'opportunità storica di elaborare un progetto per una migliore risposta internazionale", spiegano dall'Onu.

    I partecipanti al vertice avranno soprattutto la possibilità di rafforzare il controllo globale dei flussi migratori, elaborando un sistema in grado di porre maggiormente l'accento sulla responsabilità e la prevedibilità. Il vertice arriva dopo relazione di maggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite dal titolo "In sicurezza e dignità: Affrontare ampi movimenti di rifugiati e migranti".

    Partecipanti

    Oltre a capi di Stato e di governo, ministri e funzionari delle Nazioni Unite, saranno presenti anche esponenti della società civile, del settore privato, organizzazioni internazionali e rappresentanti del mondo accademico. Tra i "big", sicura la presenza del segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon, dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati Filippo Grandi, del presidente della World Bank Group Jim Yong Kim, del direttore generale dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni William Swing e dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Zeid Ra'ad Al Hussein che parleranno durante la cerimonia di apertura.

    Discussioni

    La cerimonia di apertura sarà seguita da diverse sessioni plenarie e tavole rotonde. Gli argomenti di discussione includeranno il modo di affrontare le cause profonde dei flussi di rifugiati, valutare il lato positivo delle migrazioni, la futura cooperazione internazionale sul problema, le responsabilità derivanti dal diritto internazionale e la vulnerabilità dei migranti mentre tentano di raggiungere le loro destinazioni. Saranno toccate inoltre le questioni dei diritti umani e l'attuazione dell'agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.

    World summit leader

    L'evento Onu prevede inoltre il vertice dei leader mondiali sui rifugiati, che sarà ospitato dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama a margine dell'Assemblea Generale. Co-ospitato da Canada, Etiopia, Germania, Giordania, Messico e Svezia, il vertice si rivolge ai governi di tutto il mondo per intensificare i loro impegni nel risolvere il problema dei profughi.

    Correlati:

    Oggi prende il via 71esima Assemblee generale Onu
    Tags:
    Crisi dei migranti, Assemblea generale delle Nazioni Unite, ONU
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik