16:21 13 Novembre 2019
Bombardamenti turchi sulla città siriana di Jarablus occupata dal Daesh

Siria, Ansari: Fondati motivi per credere in riavvicinamento tra Russia, Iran e Turchia

© REUTERS / Stringer
Mondo
URL abbreviato
2120
Seguici su

Il vice ministro iraniano Hossein Jaberi Ansari pensa che ci sono motivi per credere in riavvicinamento tra Russia, Iran e Turchia.

Ci sono motivi per credere che Russia, Iran e Turchia possano riavvicinarsi per risolvere il conflitto in Siria.

"Credo che nelle attuali circostanze ci sia terreno per un riavvicinamento delle posizioni tra Iran, Turchia e Russia per affrontare l'attuale crisi nella regione araba, in particolare in Siria", ha detto Ansari in una conferenza stampa ospitata dall'agenzia Rossiya Segodnya.

"Stiamo facendo sforzi lungo questo percorso per creare le basi per una maggiore comprensione delle reciproche posizioni, così come uno sforzo comune per uscire dalla crisi attuale", ha affermato Ansari.

Comunque, le azioni militari della Turchia in Siria dovrebbero essere coordinate con il governo siriano e condotte con gli standard internazionali, afferma il vice ministro Ansari.

Ankara ha lanciato l'operazione Eufrate Shield il 24 agosto con gli obiettivi paralleli di "ripulire" la città settentrionale di Jarabulus e le zone circostanti dallo Stato Islamico e prevenire che le forze curde potessero collegarsi con loro.

"Crediamo che ogni operazione e le eventuali azioni estere da parte della Turchia nei paesi vicini, in Siria, Iraq e altri luoghi, vadano svolte in conformità con gli standard internazionali, nonché in coordinamento con il governo centrale sul cui territorio si svolgono i fatti", ha detto Ansari.

Correlati:

Accordo tra Russia, Siria, Turchia e Iran: a rimetterci sono i curdi
Siria, militari USA accusano il Dipartimento di Stato di “alleanza oscena” con la Russia
Tags:
Guerra in Siria, crisi in Siria, Hossein Jaberi Ansari, Iran, Siria, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik