12:20 23 Novembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca-3°C
    Serena Williams

    Sport, hacker nel sito Wada: permesso ad atleti di prendere sostanze proibite

    © Sputnik. Anton Denisov
    Mondo
    URL abbreviato
    5858190

    Pesanti accuse all'Agenzia mondiale antidoping: tirate in ballo le sorelle Williams e la stella dell’atletica Simone Biles, vincitrice di 4 medaglie d’oro alle ultime Olimpiadi.

    L'Agenzia mondiale antidoping (Wada) avrebbe permesso alle giocatrici di tennis Serena e Venus Williams di prendere sostanze vietate, mentre la ginnasta Simone Biles avrebbe fallito un test antidoping evitando però la squalifica. Questo le accuse lanciate da un gruppo di hacker, "Fancy Bear", che ha pubblicato i documenti della Wada dopo aver hackerato il suo sito.

    All'ex tennista numero 1 del mondo Serena Williams — accusano gli hacker — è stato permesso di prendere sostanze vietate, come l'ossicodone, idromorfone, prednisone e metilprednisolone nel 2010, 2014 e 2015. A Venus Williams è stato permesso di prendere — tra gli altri — prednisone, prednisolone e triamcinolone, nel 2010, 2011, 2012 e 2013. Simone Biles, che ha vinto quattro medaglie d'oro alle Olimpiadi del 2016 a Rio, è risultata positiva per metilfenidato nel mese di agosto, ma non è stata squalificata. Nel 2013 e 2014 le è stato permesso di prendere destroanfetamina.    

    Correlati:

    I direttori di 17 agenzie anti-doping chiedono di riformare la WADA
    Russia, commissione anti-doping russa invitata a riunione della Wada a Glasgow
    WADA delusa da mancata esclusione della Russia da parte del CIO
    Tags:
    doping, Hacker, WADA, Simone Biles, Venus Williams, Serena Williams, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik