21:14 23 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Incontro tra Lavrov e Kerry

    L’ultima proposta degli USA alla Russia per la risoluzione della situazione in Siria

    © Sputnik. Ilya Pitalev
    Mondo
    URL abbreviato
    181566025

    Washington ha inviato a Mosca l’ultima proposta per la risoluzione del conflitto siriano. Lo riporta il Washington Post, citando fonti dell’amministrazione Obama.

    Stando alla pubblicazione, non si tratta di un ultimatum ma gli americani hanno fatto notare che la loro pazienza nella conclusione di un accordo sta per finire.

    Il piano americano è composto di diversi punti, il principale dei quali rimane il raggiungimento della totale cessazione delle ostilità. InoltreWashington ha proposto l'interruzione di tutte le operazioni dell'aeronautica militare siriana e l'avvio di un'operazione aerea congiunta USA-Russia contro i terroristi.

    La fonte del quotidiano statunitense non ha precisato quali saranno le conseguenze in caso di mancato accordo.

    La situazione in Siria è stato uno dei temi principali del colloquio tra Putin e Obama al summit G20 in Cina. I due capi di stato hanno incaricato i rispettivi ministri degli Esteri a portare avanti la discussione della questione.

    Ieri il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov e il segretario di Stato americano John Kerry hanno avuto un colloquio telefonico durante il quale hanno concordato di incontrarsi l'8 e il 9 settembre a Ginevra.

    "I funzionari statunitensi hanno lasciato intendere di non vedere alcun senso di una nuova sessione di negoziati, se la Russia non intende cambiare la sua posizione", ha sottolineato il Washigton Post.

    Correlati:

    Siria, successo negoziati Usa-Russia potrebbe accelerare ripresa colloqui
    Siria, nei prossimi giorni incontro tra esperti di Usa e Russia su cooperazione
    Russia, Lavrov accusa gli USA: incapaci di dividere opposizione e terroristi in Siria
    Tags:
    Negoziati, Soluzione crisi, Conflitto, Trattative, accordo, Situazione in Siria, John Kerry, Vladimir Putin, Barack Obama, Sergej Lavrov, Siria, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik