14:08 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 28°C
    L'attentato terroristico dell'11 settembre a New York

    Mondo più sicuro dopo le Torri Gemelle? solo un' illusione

    © AP Photo/ Diane Bondareff
    Mondo
    URL abbreviato
    11784241

    Secondo le cifre di un sondaggio Sputnik.Opinioni, la maggioranza degli abitanti della Germania (74%), della Francia (65%) e dell’Italia (63%) ritiene che le misure prese dagli USA per contrastare il terrorismo dopo gli attentati dell’11 settembre non abbiano aumentato la sicurezza nel mondo.

    Gli abitanti degli Stati Uniti, al contrario, sono meno scettici verso le azioni del proprio Paese finalizzate all'incremento della sicurezza sul pianeta: il 54% ha dichiarato che il Paese conduce con successo la lotta al terrorismo, il 39% ha detto l'opposto, il 7% ha scelto la risposta "non so". I dati provengono dai risultati di un sondaggio condotto dalla società demoscopica Ifop su commissione dell'agenzia di informazione e radio Sputnik.

    Gli europei ritengono che gli USA non abbiano reso il mondo più sicuro dopo l’11 settembre
    © Sputnik.
    Gli europei ritengono che gli USA non abbiano reso il mondo più sicuro dopo l’11 settembre
    Dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001, gli USA presero misure volte a rafforzare la sicurezza interna e quella internazionale: fu così adottato il "Patriot Act", che estendeva le prerogative dell'FBI nella raccolta dei dati dei cittadini e delle aziende sia negli USA che all'estero. Con lo scopo di diminuire la minaccia terroristica venne effettuato l'intervento armato in Afghanistan e in Iraq. Alla domanda "Secondo Lei, hanno reso più sicura la vita nel mondo le misure prese dagli USA per contrastare il terrorismo dopo gli attentati dell'11 settembre?", appena il 20% dei tedeschi, il 24% dei francesi e il 30% degli italiani ha risposto "sì". La risposta "non so" è stata scelta dal 6% dei rispondenti in Germania, dall'11% in Francia e dal 7% in Italia.

    L'indagine è stata effettuata dalla più longeva società francese che si occupa di opinione pubblica, la Ifop, dal 28 giugno al 4 luglio 2016 in Germania, Francia e Italia, e dal 26 al 30 agosto negli USA. Al sondaggio hanno preso parte in totale 4015 rispondenti, in Germania (1000 persone), Francia (1004 persone), Italia (1002 persone) e USA (1009 persone), di età superiore a 18 anni. Il campione selezionato rappresenta la popolazione per sesso, età e posizione geografica. Il massimo margine di errore sui dati nel complesso per Paese arriva al 3,1%, con una probabilità del 95%.

    Informazioni sul progetto Sputnik.Opinioni

    Il progetto a livello internazionale per l'analisi dell'opinione pubblica è partito a gennaio 2015. In qualità di partner internazionali sono entrate le famose società demoscopichePopulus, Ifop e Forsa. Nell'ambito del progetto Sputnik.Opinioni vengono regolarmente effettuati sondaggi dell'opinione pubblica negli Stati dell'Europa e negli USA sui temi sociali e politici più attuali.

    Sputnik (sputniknews.com) è un'agenzia di stampa e radio con hub informativi multimediali in decine di Paesi. Sputnik comprende siti in più di 30 lingue, trasmissioni in analogico e digitale, applicazioni mobili e pagine su social network. I flussi di notizie di Sputnik escono ventiquattro ore al giorno in inglese, arabo, spagnolo e cinese.

    Leggete gli altri sondaggi di Sputnik.Opinioni:

    http://sputniknews.com/trend/sputnik_polls_2016/ 

    Correlati:

    Senato USA approva legge su responsabilità sauditi per attacchi 11 settembre
    11 settembre: un altro documento chiama in causa l’Arabia Saudita
    Obama valuta pubblicazione del rapporto segreto su 9/11 inviso ai sauditi
    11/9: I dubbi del Corsera, dopo 15 anni
    Tags:
    Sicurezza, terrorismo, 11 settembre, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik