04:08 26 Settembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 11°C
    F-35

    “Caccia americano F-35 può volare bene solo nei film”

    © flickr.com/ Forsvarsdepartementet
    Mondo
    URL abbreviato
    115495514

    Nel 2017 gli Stati Uniti inizieranno a schierare nelle basi all'estero i caccia F-35. In realtà è un tentativo di dimostrare la forza senza il potenziale del loro utilizzo. Questo parere è stato espresso a Radio Sputnik dall'esperto di aviazione Dmitry Drozdenko.

    Dal prossimo anno per la prima volta gli USA schiereranno all'estero i cacciabombardieri di 5° generazione F-35, ha dichiarato il vice comandante del Corpo dei Marines, il generale Robert Walsh.

    Secondo lui, due squadroni di caccia "stealth" verranno schierati in Medio Oriente e nella regione Asia-Pacifico a bordo delle navi da sbarco Wasp ed Essex, rafforzando sensibilmente le capacità di combattimento delle forze militari americane.

    Il caccia multifunzionale F-35 è stato progettato con l'uso della tecnologia "stealth" ed è in grado di trasportare testate nucleari. Insieme agli Stati Uniti sono stati coinvolti nella progettazione del velivolo l'Australia, il Regno Unito, la Danimarca, l'Italia, l'Olanda, la Norvegia e la Turchia.

    Su Radio Sputnik l'esperto di aviazione, il vice direttore della rivista "Arsenal della Patria" Dmitry Drozdenko, ha ricordato la storia di questo progetto.

    "L'obiettivo principale dello sviluppo dell'F-35 era la standardizzazione e l'economicità di un velivolo da combattimento. Tuttavia le idee e la realtà non corrispondono. Il velivolo è moderno, ma ha una serie di lacune, che comprendono, ad esempio lo schema del monomotore, l'esecuzione incompleta dei parametri di un caccia di 5° generazione ed i costi. Inoltre il programma di progettazione dell'aereo da molti anni rallenta. I Paesi che facevano parte del consorzio e finanziavano, con polemiche rinunciano ai contratti o ne modificano i termini. Lo pubblicizzano da molto tempo: ricordate il film "Die hard", dove vola sotto i ponti. Ma può volare così bene solo nei film. Gli aerei russi delle famiglie "Su" e "MiG" (per non parlare dei caccia di prospettiva della Sukhoi) potrebbero opporsi agevolmente a questo velivolo," — ha detto Dmitry Drozdenko a Radio Sputnik.

    Secondo l'esperto, i piani statunitensi di schierare gli F-35 in Medio Oriente e nella regione Asia-Pacifico sono di natura politica.

    "Gli americani li schierano in Asia per dimostrare la loro forza ai cinesi e per dimostrare il loro potenziale in Medio Oriente, ovvero in zone stanno di fatto perdendo il confronto. Ma in realtà si tratta di dimostrazioni di forza, senza alcuna possibilità di applicazione pratica. Penso che il dislocamento degli F-35 nel Pacifico non influenzerà la situazione. Dal momento che la Cina è una potenza solida, con caccia e moderni complessi di difesa aerea, che include la nostra cooperazione nel campo della difesa missilistica con gli S-400 (la Cina è diventata il primo cliente straniero degli S-400 "Triumph", ndr). Di fatto questo annulla i vantaggi degli F-35", — suppone Dmitry Drozdenko.

    Correlati:

    Perchè l'F-35 americano non batterà mai caccia russo S-35 nemmeno tra 1 milione d'anni
    Rivista americana parla dei vantaggi del caccia russo Su-35 su F-15 USA
    National Interest: l’F-35 è un bersaglio facile per Russia e Cina
    Gli F-35 rischiano di diventare obsoleti per progressi di Russia e Cina
    Troppi problemi, rischia di fallire il progetto multimiliardario USA sul caccia F-35
    Tags:
    Geopolitica, Difesa, Sicurezza, F-35, Aviazione, Medio Oriente, Asia-Pacifico, Cina, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik