12:13 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 28°C
    Sergej Lavrov

    Lavrov: l’Occidente usa la riunificazione della Crimea per soli scopi politici

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Mondo
    URL abbreviato
    3722252

    L’Occidente non ha nessun problema giuridico per non riconoscere la riunificazione della Crimea alla Russia. L’Occidente usa questo pretesto per i suoi fini politici. Lo ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov.

    "Non esiste alcun problema giuridico per i nostri partner occidentali nel riconoscere l'ingresso della Crimea nella Federazione Russa. Non c'è volontà politica, c'è il desiderio politico di utilizzare questa situazione in quella linea che ha condotto l'Occidente sotto il comando degli USA da molto tempo, molto tempo prima dell'Ucraina: il contenimento della Russia. La Russia, secondo i nostri colleghi occidentali, ha acquisito un'eccessiva indipendenza. Loro ancora non hanno capito che questa non è una circostanza qualsiasi, ma una parte della nostra esistenza", ha detto Lavrov ad una conferenza presso l'Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali.

    Correlati:

    In Crimea rivive statua di Caterina II a quasi 1 secolo dall'abbattimento
    L’Europa aggira le sanzioni e continua a fare affari con la Crimea
    Trump: meglio la Crimea russa che la terza guerra mondiale
    Tags:
    politica, Riconoscimento della Crimea russa, Sergej Lavrov, Crimea, Occidente, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik