14:12 26 Maggio 2019
Hacker

Foreign Policy: chi accusa la Russia di furto di dati, conosce male la realtà USA

© flickr.com/ Dennis Skley
Mondo
URL abbreviato
3120

Coloro che cercano di accusare la Russia della perdita dei dati elettorali in due Stati americani, Arizona ed Illinois, conoscono male il sistema elettorale degli Stati Uniti dal momento che tali informazioni sono disponibili a pagamento, scrive la rivista americana Foreign Policy.

In precedenza l'FBI aveva annunciato che gli hacker russi avevano ottenuto l'accesso al database che conserva le informazioni sugli elettori dell'Arizona e dell'Illinois, spingendo alcuni esperti a sostenere che la Russia cercherebbe di attaccare le organizzazioni politiche americane.

Tuttavia sono molto piccole le evidenze per cui sarebbero proprio legati con la Russia gli hacker che hanno violato 2 database "piuttosto insignificanti", si rileva nell'articolo. Allo stesso tempo l'FBI non ha fornito alcun dettaglio in merito al fatto se questa azione sia opera di criminali comuni o di gruppi sostenuti da Mosca.

Contemporaneamente il direttore dei lavori di ricerca e di inchiesta del centro "ThreatConnect" Toni Gidwani, che ha accuratamente studiato le ultime operazioni di stampa russe, ritiene che le azioni del gruppo che ha violato i database non siano caratteristiche di Fancy Bear, l'organizzazione hacker russa sospettato di essere coinvolta nel furto di dati in Arizona ed Illinois.

Inoltre, continua Foreign Policy, il gruppo Fancy Bear è considerato uno dei migliori al mondo, quindi è strano che abbia cercato di violare i database dal momento che le informazioni si possono ottenere a pagamento.

"In Arizona le informazioni sulla registrazione degli elettori sono pubbliche e l'accesso può essere ottenuto dietro un compenso, è sufficiente a giurare che non si intende utilizzare per inviare i cataloghi Amway o per altri scopi commerciali", — ha riferito il rappresentante del governo dell'Arizona Matt Roberts.

Correlati:

Hacker “Guccifer 2.0” mette in rete nuovi documenti dei Democratici USA
USA, sospetti su servizi segreti russi per attacco hacker contro staff di Hillary Clinton
Lavrov commenta “la pista russa” sull'attacco hacker contro la mail dei Democratici USA
Hacker USA hanno cercato di bucare il sito della Commissione Elettorale della Russia
WikiLeaks pubblica mail del comitato nazionale dei Democratici USA
WikiLeaks: se accusata, Hillary Clinton userà retorica più aggressiva contro Mosca
Tags:
hacker, Spionaggio, Presidenziali USA 2016, FBI, Hillary Clinton, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik