Widgets Magazine
09:18 22 Agosto 2019
Esercito turco

Siria, l’esercito turco bombarda i terroristi nel nord del paese

© AFP 2019 / BULENT KILIC
Mondo
URL abbreviato
14314

Le forze armate turche hanno compiuto 108 cannoneggiamenti sulle posizioni dei terroristi nella zona di Jarabulus, nel nord della Siria, distruggendo 21 obiettivi. Lo ha reso noto lo Stato maggiore dell’esercito turco.

Non è stato accertato se si tratta di obiettivi del Daesh o delle Unità di protezione nazionale curde, legate al Partito dei lavoratori del Kurdistan e ritenute da Ankara organizzazioni terroristiche.

Anche gli aerei della coalizione internazionale hanno effettuato attacchi, distruggendo alcuni obiettivi.

L'operazione turca "Euphrates Shield" contro il Daesh è iniziata il 24 agosto. Dopo il primo giorno di combattimenti i terroristi hanno abbandonato Jarablus, ma gli attacchi contro i curdi sono proseguiti. Damasco ha definito l'azione di Ankara "violazione della sovranità dello stato".

Ieri il ministro degli Esteri turco Mevlüt Çavuşoğlu ha lanciato un ultimatum ai curdi: se non si ritireranno a ovest deò fiume Eufrate, saranno bersagli delle forze armate turche.

Correlati:

Turchia lancia ultimatum ai curdi in Siria
“La Turchia doveva iniziare l'operazione militare in Siria 2 anni fa”
L’operazione della Turchia in Siria non è stata concordata con la Russia
Tags:
ISIS, operazione militare, bombardamenti, Distruzione obiettivi terroristici, offensiva, Terrorismo, Situazione in Siria, Lotta al terrorismo, Partito dei lavoratori del Kurdistan, Unità di protezione nazionale curde, Coalizione internazionale anti-Daesh, Mevlüt Çavuşoğlu, Siria, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik