21:27 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
10034
Seguici su

La strategia per il reintegro dei territori del Donbass, non soggetti al controllo di Kiev, potrebbe essere presentata alla riunione di governo di mercoledì. Lo ha fatto sapere il vice ministro ucraino per i territori temporaneamente occupati Georgij Tuka.

In precedenza il primo ministro ucraino, Vladimir Groysman, aveva parlato della necessità di sviluppare una strategia a medi termine per il reintegro del Donbass e aveva attaccato "l'eccessivo isolamento dei territori temporaneamente occupati". A sua volta Tuka aveva annunciato che Kiev stava preparando un documento per il reintegro dei territori nel sud ovest del paese.

"Se mercoledì andrà tutto come previsto, se non ci saranno imprevisti, spero che al Consiglio dei ministri sia presentata questa strategia", ha detto Tuka in un'intervista al canale ICTV.

Il ministro ha puntualizzato che per il momento il documento rimane segreto.

Kiev nell'aprile 2014 ha lanciato un'operazione militare contro le repubbliche autonominatesi del Donbass che hanno dichiarato l'indipendenza dopo il colpo di stato ucraino del febbraio 2014.

Malgrado la stipula degli accordi di Minsk, gli scontri a fuoco vanno avanti. Recentemente una speciale missione di monitoraggio dell'OSCE ha osservato il crescente numero di violazioni del cessate il fuoco.

In conformità con gli accordi di Minsk, Kiev, entro la fine del 2015 avrebbe dovuto realizzare una riforma costituzionale. I suoi elementi fondamentali dovevano essere il decentramento e l'adozione dello statuto speciale per le regioni di Donetsk e Lugansk, ma il governo ucraino non ha ancora adempiuto questa parte dell'accordo.

Correlati:

Ucraina, dal 1° settembre cessate il fuoco nel Donbass
Poroshenko: Rischio escalation nel Donbass rimane molto elevato
Donbass, progetti concordati si attende la messa in pratica
Tags:
reintegro, Strategia, accordi di Minsk, Legge, Situazione in Ucraina, Donbass, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook