23:10 24 Novembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca-5°C
    Esercito turco

    “La Turchia doveva iniziare l'operazione militare in Siria 2 anni fa”

    © AFP 2017/ BULENT KILIC
    Mondo
    URL abbreviato
    142831319

    Ankara pianificava di avviare l'operazione militare nel nord della Siria più di 2 anni fa, tuttavia è stata rimandata inizialmente per l'opposizione dei militari sostenitori del predicatore d'opposizione Fethullah Gulen, in seguito per la crisi con la Russia dopo l'abbattimento dell'aviazione turca dell'aereo russo Su-24 nel novembre 2015 in Siria.

    Lo scrive oggi il giornale Hurriyet riferendosi ad una fonte nell'esercito.

    Mercoledì l'esercito turco ha dato il via all'operazione militare di terra contro i terroristi del Daesh nella città di Jarablus nel nord della Siria, in coordinazione con l'opposizione siriana e le forze aeree della coalizione internazionale. Le autorità siriane hanno bollato le azioni della Turchia come una violazione della sovranità del Paese. Dopo 24 ore Jarablus è passata sotto il controllo dell'esercito libero siriano della cosiddetta opposizione moderata.

    "Eravamo vicini a lanciare l'operazione militare in Siria più di 2 anni fa. Nel giugno del 2015 la Turchia discuteva con i suoi alleati nella coalizione, compresi gli Stati Uniti, la possibilità di una operazione di terra per liberare Jarablus dall'ISIS. Ma alcuni comandanti vicini a Gülen sostenevano la mancanza di potenziale per portare a termine l'operazione, per questo è stata rinviata", — ha detto la fonte del giornale.

    Un altro motivo del rinvio dell'inizio dell'operazione è stato l'aggravamento delle relazioni russo-turche dopo che un caccia turco F-16 aveva abbattuto il bombardiere russo Su-24 in Siria.

    "Dopo l'abbattimento del velivolo russo nel novembre 2015 è diventato praticamente impossibile concretizzare i nostri piani per la mancanza di supporto aereo. Non avevamo questa opportunità fino a poco tempo fa prima del riavvicinamento con la Russia," — ha detto la fonte.

    Ha osservato che anche gli Stati Uniti non accoglievano con favore l'inizio dell'operazione militare turca in Siria nel 2015.

    "Durante le nostre discussioni con i funzionari degli Stati Uniti nell'anno scorso era emerso che a Washington non consideravano fattibili i piani di Ankara. L'argomentazione principale era che il numero di soldati dell'opposizione siriana moderata non sarebbe bastato per liberare Jarablus e altre zone nel nord della Siria.

    Correlati:

    Crisi Siria e operazione militare turca, “USA hanno scaricato i curdi e scelto Ankara”
    L’operazione della Turchia in Siria non è stata concordata con la Russia
    Turchia, Erdogan rivela gli obiettivi dell'operazione militare in Siria
    Tags:
    ISIS, Terrorismo, Difesa, Sicurezza, Opposizione siriana, Abbattimento caccia russo Su-24, Abbattimento jet russo, jet abbattuto in Siria, Esercito, Fethullah Gülen, Siria, Turchia, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik