Widgets Magazine
14:09 21 Ottobre 2019
economia grafico

Gli investitori iniziano ad ignorare le sanzioni contro la Russia

© Fotolia / violetkaipa
Mondo
URL abbreviato
8371
Seguici su

In cerca di alte rendite gli investitori hanno smesso di notare la differenza tra le imprese russe, sanzionate da USA e UE, e quelle che non sono toccate dalle restrizioni. Lo riferisce Bloomberg.

Per esempio, la differenza tra le quotazioni delle obbligazioni di Gazprom e Rosneft (quest'ultima sotto sanzionamento) hanno raggiunto il livello del 2014, anteriore all'introduzione delle sanzioni.

Questo è legato, secondo Bloomberg, all'ottimismo degli investitori a proposito dell'evoluzione dei mercati e il desiderio di ottenere il massimo della rendita. Gli strumenti finanziari con rendita al momento offrono guadagni molto bassi ai membri del mercato che vogliono ottenere un reale rendimento dagli investimenti.

La pubblicazione segnala che alcuni analisti credono che ogni compagnia deve essere esaminata singolarmente, all'infuori delle sanzioni che la colpiscono. Secondo lo specialista dell'ING Groep Egor Fedorov, l'affare non sta nel cambiamento dei rapporti con gli strumenti sanzionati, ma nei grandi trend dei mercati.

Il primo luglio 2016 l'UE ha prorogato le sanzioni economiche contro la Russia per sei mesi, fino al 31 gennaio 2017, per la mancanza di progressi nell'esecuzione degli accordi di Minsk. In risposta, Mosca ha esteso il divieto di importazione di prodotti agricoli, materie prime e prodotti alimentari provenienti da USA, UE, Canada, Australia, Norvegia, Ucraina, Albania, Montenegro, Islanda e Liechtenstein.

Le sanzioni contro la Russia da parte dell'UE, degli USA e di molti altri paesi sono state introdotte in connessione con l'aggravarsi della situazione nel sud-est dell'Ucraina e per l'ingresso della Crimea nella Federazione Russa nel 2014. Le restrizioni sono state distribuite su un certo numero di aziende statali, tra cui Rosneft. Gazprom non rientra nella lista delle aziende sanzionate.

Correlati:

I Paesi Bassi sperano nella Nexit e nel ritiro delle sanzioni contro la Russia
Il Rabbino Capo della Russia sulle sanzioni contro Mosca
L’Europa aggira le sanzioni e continua a fare affari con la Crimea
Tags:
guadagni, rendite, obbligazioni, Finanza, Sanzioni contro la Russia, Investimenti, Sanzioni, Economia, Bloomberg, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik