23:28 21 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 11°C
    I terroristi dello Stato Islamico

    Siria, nessuna collaborazione estera riguardo i foreign fighter

    © AP Photo/ albaraka_news, File
    Mondo
    URL abbreviato
    6746020

    Le autorità siriane in 5 anni di conflitto non hanno mai ricevuto dai paesi esteri le informazioni sui loro cittadini che si sono uniti ai gruppi terroristici attivi in Siria.

    I paesi, i cui cittadini sono arrivati in Siria per attività terroristiche e sono stati uccisi dall'esercito siriano o dalle milizie, hanno sempre rifiutato di collaborare con Damasco nel processo di identificazione dei cadaveri e quindi del rimpatrio delle salme. Solo nel 2016 i cadaveri dei cosiddetti foreign fighter rifiutati dai loro paesi di origine sono quantificabili in decine di migliaia.

    "Siamo stati in grado di identificare alcune migliaia di terroristi morti che erano cittadini di Francia, Turchia, Iraq, Arabia Saudita, Giordania, Libano e altri stati arabi. Si aggiungano altri 30.000 cadaveri che non siamo riusciti ad indentificare", ha dichiarato a Sputnik il capo del Supremo consiglio di medicina legale siriano Hussein Nofal.

    Oltre terroristi, al Supremo consiglio di medicina legale siriano spetta anche l'identificazione dei civili, torturati e giustiziati dai guerriglieri.

    "Quando troviamo le fosse comuni nelle città liberate, spesso siamo in grado di stabilire soltanto la causa della morte, perché più tempo passa dal momento della morte, più è difficile identificare i corpi. Spesso scopriamo che le persone uccise sono state sottoposte a torture fisiche, colpi, tagli, iniezioni endovenose di benzina e olio. I cadaveri di alcune donne sono stati trovati con strani oggetti all'interno del corpo", ha spiegato Nofal.

    Correlati:

    La profezia di Obama sulla Russia in Siria non si è avverata
    Siria, Russia suggerisce sistema per garantire sicurezza di volo
    Comandante forze USA in Siria mette in guardia Mosca e Damasco
    Tags:
    ISIS, Morti, foreign fighters, terrorismo, Lotta al terrorismo, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik