11:54 17 Luglio 2018
Sputnik

Scozia, The National: “propaganda russa non è più di parte della BBC o media USA”

© Sputnik . Konstantin Chalabov
Mondo
URL abbreviato
10520

L'apertura di un ufficio di rappresentanza dell'agenzia stampa russa Sputnik ad Edimburgo ha letteralmente “oltraggiato” i principali media del Regno Unito, scrive il giornalista Gordon McIntyre-Kemp in un articolo per il quotidiano scozzese “The National”.

I giornali britannici hanno bollato l'agenzia di stampa russa come la "voce del governo del sempre più intransigente regime di Putin" e "la voce del Cremlino."

Secondo il giornalista, tali dichiarazioni sono "pura propaganda", dal momento che i giornalisti britannici non hanno cercato di "offrire un'analisi obiettiva di quanto accade."

"Forse varrebbe la pena ricordare a qualcuno che le trasmissioni della BBC vengono trasmesse da 74 uffici in tutto il mondo (numero doppio rispetto alle rappresentanze di Sputnik) e diffonde le opinioni del Regno Unito sugli eventi mondiali, che i critici potrebbero bollare come azioni propagandistiche," — si afferma nell'articolo.

McIntyre-Kemp osserva che Sputnik realmente trasmetterà una prospettiva diversa sugli eventi mondiali, diversa da quella della BBC o Fox News. Inoltre sarà dedicata alla stessa Scozia gran parte dei reportage che saranno preparati da "giovani giornalisti di talento scozzesi".

"La BBC non ha il monopolio della verità e la verità consiste nel fatto che la copertura di Sputnik delle notizie del mondo non è più faziosa e di parte di quanto facciano gli altri media di notizie," — conclude il giornalista.

Tags:
Giornalismo, Russofobia, Propaganda, Società, media, BBC, Sputnik, Scozia, Gran Bretagna, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik