01:17 18 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 18°C
    Sergej Aksenov, presidente della Repubblica di Crimea

    Crimea, Aksènov: ogni tentativo di destabilizzazione sarà punito severamente

    © Sputnik. Alexei Nikolsky
    Mondo
    URL abbreviato
    132582631

    Il Servizio di sicurezza federale russo (FSB) ha reso noto in precedenza di aver smantellato una rete di spie in Crimea, arrestando cittadini russi e ucraini coinvolti nella preparazione di attacchi terroristici.

    I tentativi di destabilizzare la situazione in Crimea saranno puniti con misure severe. Lo ha detto il leader della Crimea, Sergei Aksènov.

    "Qualsiasi tentativo di destabilizzare la situazione socio-politica nella Repubblica di Crimea, da ovunque possano provenire, continuerà a essere soppresso con la massima durezza", ha detto Aksènov.

    Il Servizio di sicurezza federale russo (FSB) ha reso noto in precedenza di aver smantellato una rete di spie in Crimea organizzato dal ministero della Difesa ucraino, arrestando sia cittadini russi che ucraini coinvolti nella preparazione di attacchi terroristici nella penisola. Aksènov ha espresso gratitudine all'FSB, alle guardie di frontiera e al personale del ministero della Difesa russo e ha assicurato i residenti e i turisti che la loro sicurezza è garantita in pieno nella penisola.

    "Quello che è successo il 6, 7 e 8 agosto conferma ancora una volta la natura terroristica delle autorità di Kiev. I terroristi, i loro istigatori ideologici e complici non sfuggiranno alla punizione", ha scritto.    

    Correlati:

    In crescita il flusso di turisti ucraini in Crimea nonostante gli ostacoli di Kiev
    Trump: meglio la Crimea russa che la terza guerra mondiale
    In Crimea sicuri, fallito l'isolamento internazionale
    Tags:
    Destabilizzazione, FSB, Sergej Aksenov, Crimea
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik