09:04 23 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
14451
Seguici su

I genitori dei due cittadini statunitensi morti nel 2012 a Bengasi hanno fatto causa al candidato presidente dei Democratici Hillary Clinton. Lo ha reso noto il canale Fox News.

L'11 settembre 2012 l'ufficio diplomatico USA nella città libica di Bengasi fu preso d'assalto. Nello scontro che ne seguì morirono quattro persone tra cui l'ambasciatore. Allora la Clinton era segretario di Stato.

I genitori di Sean Smith e Tyrone Woods accusano la Clinton di "negligenza" e di "calunnia".

Il documento evidenzia l'utilizzo da parte della Clinton di un server privato di posta elettronica ha causato la morte dei figli dei querelanti.

"I terroristi hanno potuto stabilire la localizzazione dell'ambasciatore Christofer Stevens", recita il testo dell'atto legale.

In passato si era detto che dopo la tragedia di Bengasi il segretario di Stato americano non ha ottemperato completamente gli impegni per l'elevazione della sicurezza delle rappresentanze diplomatiche. Secondo le valutazioni degli stessi funzionari del dicastero, sono stati impiegati soltanto il 90% delle prescrizioni.

Correlati:

Assange getta ombre su Clinton: finanziata da sauditi e società francese in odore di ISIS
Hillary Clinton diffonde video di propaganda contro Putin e Trump su Twitter
Governo Renzi: finge amicizia alla Russia, ma finanzia i Clinton
Tags:
negligenza, diffamazione, Querela, Attentato, Morti, Attacco, Hillary Clinton, Libia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik