22:04 25 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
3430
Seguici su

I raid, in cui sono state usate munizioni ad alto potenziale, sono avvenuti a Palmira, Al-Sukhna e Arak. Distrutti posti di comando, una grande basa avanzata e molti mezzi corazzati e fuoristrada.

Sei bombardieri strategici a lungo raggio russi hanno colpito obiettivi dell'Isis in tre aree della Siria. Lo rende noto il ministero della Difesa della Federazione.

"Sei bombardieri a lungo raggio Tu-22M3, decollati dalla Russia l'8 agosto 2016, hanno concentrato un attacco con munizioni ad alto esplosivo su obiettivi dello Stato Islamico nelle aree ad est e nord-ovest di Palmira, in prossimità degli insediamenti Al-Sukhna e Arak", si legge nel testo di una nota.

Nei pressi di Al-Sukhna sono stati distrutti un posto di comando e una grande base avanzata di miliziani del Daesh, mentre i terroristi vicino a Palmyra e Arak hanno subito perdite di combattenti, depositi di armi, mezzi corazzati e veicoli fuoristrada dotati di mitragliatrici, così come posti di comando. È stato anche confermato che i sei bombardieri sono tornati in patria senza subire danni e che sono atterrati nei loro rispettivi aeroporti concluso l'attacco concentrato.    

Correlati:

Spiegel: “il destino della Siria è nelle mani della Russia”
Cremlino risponde alle accuse di Obama contro la Russia in Siria
Tags:
ISIS, Tu-22, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik