02:41 17 Giugno 2019
Maria Zakharova

Zakharova sull'esclusione dei paralimpici russi: "Vile e Disumana"

© Sputnik . Anton Denisov
Mondo
URL abbreviato
271021

La rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha definito “vile e disumana” la decisione del Comitato Paralimpico Internazionale (CPI, abbreviazione internazionale IPC - ndr) di escludere la Russia dai Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro. Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook.

Come sottolineato dalla Zakharova, gli atleti paralimpici sono sportivi, non disabili, che si dedicano allo sport nonostante le difficoltà.

"La decisione relativa all'esclusione dai Giochi Paralimpici di tutta la squadra paralimpica russa colpisce per la sua viltà e disumanità. E' un tradimento molto grave degli standard universali dei diritti umani che costituiscono la base del mondo moderno", — ha rilevato la rappresentante del dicastero della diplomazia russa.

Secondo il diplomatico, in un momento difficile in "periodi di prova" si è ricordata degli atleti paralimpici russi. "Mi sento imbarazzata per la mia impotenza nel pieno della vita," — ha scritto la Zakharova.

"Ragazzi! Io, la mia famiglia e molti miei amici siamo con voi, siamo fieri di voi, siete il nostro orgoglio. Siete parte del patrimonio nazionale", — ha concluso la portavoce del ministero degli Esteri.

Domenica 7 agosto il presidente del Comitato Paralimpico Internazionale Philip Craven ha annunciato la sospensione temporanea del Comitato Paralimpico russo ed ha inoltre fatto sapere che l'intera squadra russa salterà i Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro.

Questa decisione è stata presa dopo aver preso in esame il dossier della commissione indipendente guidata da Richard McLaren dell'Agenzia Mondiale Antidoping (WADA).

Correlati:

WADA delusa da mancata esclusione della Russia da parte del CIO
Doping, rapporto WADA contestato: non è obiettivo
Comitato Olimpico russo accusa la Wada di complotto
Putin: pericolosa recidiva l'ingerenza della politica nello sport
Tags:
Sport, doping, Giochi Paralimpici di Rio 2016, Comitato Paralimpico Internazionale - CPI, WADA, Il Ministero degli Esteri della Russia, Philip Craven, Maria Zakharova, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik