Widgets Magazine
21:40 23 Luglio 2019
Presidente del CIO Thomas Bach

Olimpiadi 2016, Bach: giudizio CIO indipendente dalla politica

© Sputnik . Elena Sobol
Mondo
URL abbreviato
214

Autorizzando gli atleti russi a partecipare alle Olimpiadi 2016 di Rio, il Comitato olimpico internazionale si è attenuto al principio di giustizia senza alcuna dipendenza dalla politica. Lo ha dichiarato il presidente del CIO alla cerimonia d’apertura della 129esima sessione del comitato in Brasile.

"In relazione alla gravità delle accuse, non possiamo difendere la presunsione d'innocenza nei confronti degli atleti russi. D'altra parte non possiamo nemmeno privare gli atleti dei loro diritti umani dando la possibilità di dimostrare la loro innocenza. Non si può condannare una persona per gli errori del governo con i quali non ha nessuna relazione", ha dichiarato Thomas Bach.

In precedenza la WADA ha dichiarato che in Russia operava un sistema di doping manovrato dallo stato. La WADA aveva raccomandato di esonerare la nazionale russa dalle Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio. Inoltre molti esperti hanno contestato l'obiettività del rapporto in quanto hanno definito insufficienti le prove della commissione.

Il CIO il 24 luglio ha deciso di non esonerare i russi dai giochi olimpici, lasciando alle federazioni sportive internazionali il diritto stabilire chi può partecipare ai giochi di Rio 2016. La decisione finale sarà presa da una commissione di tre persone guidate dal capo della commisione medica del CIO Ugur Erdener.

Correlati:

La IAAF spiega perché ha negato le Olimpiadi alla Isinbayeva
Olimpiadi 2016, Isinbayeva svela il nome del portabandiera della Russia
In media occidentali esplode rabbia per mancata esclusione della Russia da Olimpiadi
Tags:
atletica leggera, sport, Dichiarazione, decisione, Olimpiadi - Rio de Janeiro 2016, WADA, Comitato Olimpico, CIO, Thomas Bach, Brasile, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik