02:42 20 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
19542
Seguici su

Per l’esperto di finanza Ernst Wolff non è una casualità che le sanzioni contro la Russia sono coincise con il trattato TTIP.

Dopo la proroga delle sanzioni contro la Russia fino al gennaio 2017 le imprese europee continueranno a soffrirne i danni. Solo per tra gli affari della Germania si contano miliardi di euro di danni. Wolff vede dietro le sanzioni UE gli interessi geopolitici di Washington.

"Le sanzioni UE contro la Russia sono state introdotte su ordine degli USA. L'UE è il maggiore concorrente economico degli USA. Perciò non hanno perso l'occasione di indebolirla. Il conflitto ucraino è capitato nel momento giusto. Gli USA hanno approfittato di questa situazione per mettere zizzania tra l'UE e la Russia", ha dichiarato Wolff in un'intervista a Sputnik.

Secondo l'esperto tedesco, il futuro avvicinamento economico tra l'Europa e la Russia, o, per esempio, con la Cina, sarebbe un colpo per i piani statunitensi.

"Gli USA temono come la peste l'alleanza tra UE e Russia o Cina. Per loro sarebbe apocalittico. Proprio per questo gli USA cercano, per quanto possibile, di isolare Russia e Cina dal mercato globale", osserva Wolff.

Non è un caso per Wolff che le sanzioni contro la Russia siano state introdotte al momento del trattato Transatlantic Trade and Investment Partnership.

"Se per le corporazioni europee sarà valido il diritto lavorativo americano, allora l'America sarà ad un passo dalla supremazia mondiale. D'altronde, gli americani in questo momento stanno affrontando enormi difficoltà. Hanno certo la più grande economia del mondo, ma essa è in crisi. Quindi ricorrono a strumenti di destabilizzazione per indebolire i concorrenti sul mercato globale. E le sanzioni possono essere lette in questa chiave", conclude Wolff.

Correlati:

Per la Reuters “UE potrebbe togliere parzialmente le sanzioni contro la Russia”
Deputato francese definisce fallimentari le sanzioni contro la Russia
Parlamento del Belgio discuterà mozione per cancellare le sanzioni alla Russia
Tags:
Sanzioni, Cooperazione economica, Economia, TTIP, Sanzioni alla Russia, Unione Europea, UE, USA, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook