03:30 21 Ottobre 2018
B61-12

Dal 2018 in Europa arriveranno le nuove bombe atomiche USA

© Foto: maxpark.com
Mondo
URL abbreviato
4242

All’inizio del 2018 gli aerei della US Air Force in Europa saranno dotati delle bombe atomiche ricondizionate B61-12. Secondo Konstantin Sivkov, presidente dell’Accademia di geopolitica, la Russia potrebbe rispondere armando i sistemi missilistici Iskander con testate nucleari.

In precedenza lo United States National Nuclear Security Administration aveva ufficialmente sanzionato l'inizio dei lavori per il ricondizionamento delle bombe atomiche B61-12.

"Non rifaranno la stessa bomba, ricondizioneranno le sue componenti, in particolare, la renderanno più aerodinamica. Non ci vuole tanto tempo, al massimo sei mesi e inizierà la fornitura. Per la Russia si tratterà solo di una contromisura creare delle testate nucleari per i sistemi missilistici Iskander, non ci sono alternative", ha dichiarato Sivkov.

Egli ha aggiunto che la bomba B61-12 è un'arma nucleare caratterizzata da un'alta precisione adatta ad attaccare quei punti di comando pesantemente protetti (che si trovano a grandi profondità).

"La produzione di queste bombe sostanzialmente amplierà le possibilità tattiche della US Air Force per la distruzione dei nostri punti di comando più protetti. Queste bombe precedentemente modificate sono state dislocate in Europa e non c'è dubbio che la versione ricondizionata degli USA sarà inviata pure li", ha sottolineato l'esperto.

Correlati:

Armi nucleari, Russia: Valuteremo estensione trattato Start se Usa presenteranno proposta
L’Italia dev’essere liberata dalle armi nucleari
Rapporto del SIPRI: nel mondo diminuiscono le armi nucleari
Tags:
bomba atomica, B61-12, armi nucleari, US Air Force, Europa, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik