06:23 19 Gennaio 2018
Roma+ 13°C
Mosca-5°C
    Schianto caccia russo Su-24 al confine turco-siriano

    Turchia deve spiegare abbattimento Su-24 in Siria anche se rovinerà rapporti con NATO-USA

    © AP Photo/ Haberturk TV
    Mondo
    URL abbreviato
    5473

    La Turchia dovrebbe spiegare l'abbattimento dell'aereo militare russo Su-24, anche se danneggerà le relazioni con la NATO e gli Stati Uniti, ritiene l'ex vicepresidente dell'Assemblea parlamentare dell'OSCE ed ex segretario di Stato per la Difesa della Germania Willy Wimmer.

    "Secondo le mie informazioni, sono stati complici dell'abbattimento un aereo americano e uno saudita dotato del sistema radar AWACS. L'aereo americano era decollato da Cipro. L'altro velivolo è partito da una base in Arabia Saudita. Nel caso di violazione dello spazio aereo, nel caso fosse tollerabile, la NATO ha le sue regole e conseguenze che derivano. Di solito il velivolo che viola lo spazio aereo viene controllato dagli organi civili che gestiscono il traffico aereo. Avvertono il pilota della sua violazione o lo esortano ad atterrare. Se non basta, vengono coinvolte le strutture militari che, in tempo di pace, costringono il pilota ad atterrare. Quello che è successo in Siria non corrisponde alle norme internazionali generalmente accettate. Hanno abbattuto un aereo russo, perché volevano abbatterlo," — ha dichiarato Willy Wimmer in un'intervista con Sputnik.

    Ha osservato che l'anno scorso sotto la pressione degli Stati Uniti la UE ha sospeso la costruzione del gasdotto "South Stream". Poche settimane più tardi la Russia e la Turchia erano riuscite a trovare un'alternativa per "South Stream": "Turkish Stream". "Era controproducente alla politica delle sanzioni degli Stati Uniti contro la Russia. Su questo è possibile trarre conclusioni sulla reazione degli americani," — ritiene l'ex politico.

    "Ora la parte turca sottolinea con forza che tra i piloti che hanno deciso di abbattere l'aereo e il governo turco ci fosse una distanza enorme. Sostenendo che la decisione di abbattere l'aereo è di responsabilità del pilota, il governo turco prende le distanze dalle proprie forze armate. Quindi si presume che i piloti abbiano preso autonomamente l'iniziativa alla base di Incirlik. Il recente colpo di stato ha dimostrato che ci sono processi all'interno dell'Aviazione che hanno indotto le autorità turche a prendere misure più dure. A chi cerca il colpo di stato non trema la mano per abbattere l'aereo russo," — ha detto Wimmer.

    In questa situazione si dovrebbe considerare i "fattori politici ed umani."

    "Che resta al presidente turco in questa situazione se non dire che questo è stato per ordine del governo turco? Politicamente è molto difficile. Dopo tutto si può capire da alcune delle dichiarazioni di Erdogan. Successivamente non ha perso un solo passo per andare incontro al presidente russo. Pertanto si dovrebbe pensare a ciò che ha spinto il pilota turco ad abbattere l'aereo russo senza autorizzazione. Questa domanda esige una risposta. Il governo turco dovrebbe dare questa risposta, anche se ne soffrirebbero i rapporto con la NATO, gli Stati Uniti e l'Arabia Saudita," — è convinto Wimmer.

    Correlati:

    Turchia, Davutoğlu: ho ordinato io l’abbattimento del Su-24 russo
    Abbattimento Su-24, Mosca chiede aiuto legale ad Ankara
    Russia-Turchia, Nato: Osserviamo attentamente i crescenti legami tra i due paesi
    La Turchia pagherà gli errori con la Russia: Turkish Stream non sarà più lo stesso
    Russia pronta a costruire il South Stream, ma l’ultima parola spetta all’Eurocommissione
    Tags:
    Geopolitica, Energia, Occidente, South Stream, Turkish Stream, Colpo di stato in Turchia, Abbattimento caccia russo Su-24, Abbattimento jet russo, jet abbattuto in Siria, Unione Europea, NATO, Willy Wimmer, Recep Erdogan, Arabia Saudita, Siria, Turchia, UE, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik