06:57 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Sergey Lavrov

    Lavrov commenta “la pista russa” sull'attacco hacker contro la mail dei Democratici USA

    © Sputnik. Sergey Guneev
    Mondo
    URL abbreviato
    6433

    Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha commentato le insinuazioni sul coinvolgimento di Mosca nella violazione della corrispondenza elettronica del Partito Democratico degli Stati Uniti.

    "Non vorrei usare brutte parole," — ha scherzato Lavrov in risposta ad una richiesta dei giornalisti americani di giudicare la corrispondente indiscrezione apparsa nei media.

    Domenica scorsa la direttrice del Comitato Nazionale dei Democratici Debbie Wasserman Schultz si era dimessa per la perdita di informazioni dalla corrispondenza elettronica del partito. Dalle mail emerge che l'apparato del partito ha apertamente sostenuto alle primarie Hillary Clinton a scapito di Bernie Sanders.

    Secondo l'entourage di Hillary Clinton, i server sarebbero stati manipolati dagli hacker russi per la volontà del Cremlino di aiutare il candidato repubblicano Donald Trump. Lo staff del tycoon ha categoricamente smentito questa ricostruzione.

    Correlati:

    WikiLeaks pubblica mail del comitato nazionale dei Democratici USA
    Hacker russi accusati di aver bucato rete informatica della Casa Bianca tramite Twitter
    Germania: c’è la Russia dietro gli attacchi hacker al governo
    Tags:
    hacker, Presidenziali USA 2016, Primarie presidenziali USA, Scandalo, Bernie Sanders, Hillary Clinton, Sergej Lavrov, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik