23:24 20 Giugno 2019
Sebastopoli, Crimea

Forbes: Russia ha mandato in fumo piani NATO e USA nel Mar Nero grazie a Crimea

© Sputnik . Vasiliy Batanov
Mondo
URL abbreviato
Opinioni, punti di vista, approfondimenti (52)
41497

La Russia ha compiuto grandi sforzi per rafforzare la sua posizione nel Mar Nero ed ha ottenuto progressi significativi, mandando in fumo così i piani della NATO per costituire un'alleanza nella regione, scrive “Forbes”.

Recentemente gli Stati Uniti ambiscono sempre più alla cooperazione con i Paesi del Mar Nero, invitandoli ad organizzare insieme esercitazioni navali e discutere con loro le prospettive per la produzione congiunta di armi.

Tali azioni verso gli Stati confinanti con la Russia vengono spiegate a Washington con la necessità di difenderli dalla presunta "minaccia" di Mosca, osserva la rivista.

Allo stesso tempo i Paesi occidentali sono ben consapevoli che la Russia da centinaia di anni considera la stabilità nel Mar Nero come uno dei più importanti fattori che le garantisce la sicurezza e per questo motivo questa regione ha una grande importanza strategica e storica per Mosca, si afferma nell'articolo.

Dopo la riunificazione con la Crimea, la Russia ha bloccato il Mar Nero attraverso una combinazione di missili anti-nave supersonici con un raggio di 600 km, aerei militari, così come di navi e sottomarini, scrive il giornale.

Le caratteristiche della flotta russa limitano pesantemente il raggio d'azione degli Stati Uniti e della NATO: anche la più piccola nave di pattugliamento russa può colpire più efficacemente di qualsiasi altra nave nemica con i missili "Kalibr" e i razzi teleguidati, conclude l'articolo.

Tema:
Opinioni, punti di vista, approfondimenti (52)

Correlati:

Russia trarrà conseguenze da presenza navale militare USA nel Mar Nero
Gli eccessi della NATO nel Mar Nero: come la Russia può sciogliere il nodo Bosforo
Mosca mette in guardia la NATO dalle conseguenze per le attività nel Mar Nero
Per il Financial Times la NATO come Erdogan: "Mar Nero può diventare lago russo"
Tags:
Mar Nero, Geopolitica, Difesa, Sicurezza, NATO, Crimea, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik