07:11 23 Maggio 2019
Craig Reedie (foto d'archivio)

WADA delusa da mancata esclusione della Russia da parte del CIO

© AFP 2019 / JUSTIN TALLIS
Mondo
URL abbreviato
62122

Il direttore dell'agenzia anti-doping internazionale (WADA) Craig Reedie ha espresso il suo disappunto per la decisione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), che non ha escluso la nazionale russa dalle imminenti Olimpiadi di Rio de Janeiro.

"La WADA è delusa dal fatto che il CIO non abbia tenuto conto delle raccomandazioni del comitato esecutivo della WADA… Il dossier di McLaren rivela il programma di doping di stato in Russia, che mina seriamente i principi dello sport pulito, incarnati nel codice mondiale anti-doping", — il sito della WADA riporta le parole di Reedie.

Domenica il comitato esecutivo del CIO ha stabilito che gli atleti russi potranno partecipare alle gare olimpiche sotto la bandiera nazionale. Inoltre le federazioni internazionali decideranno chi avrà il diritto di partecipare alle Olimpiadi.

Allo stesso tempo la WADA ha osservato che non presenterà ricorso contro la decisione del CIO.

Correlati:

Doping, rapporto WADA contestato: non è obiettivo
Comitato Olimpico russo accusa la Wada di complotto
IAAF nega le Olimpiadi di Rio alla Isinbayeva ed altri atleti russi
Tags:
Sport, doping, Olimpiadi - Rio de Janeiro 2016, CIO, WADA, Craig Reedie, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik