15:55 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
1103
Seguici su

Ad aprire il fuoco un diciottenne di origine iraniana. Si è suicidato dopo una breve fuga. La città ancora blindata e sotto shock. La polizia: “grave situazione terroristica” ma ancora ignota la matrice.

Nove morti (dieci con l'attentatore) e 16 feriti, alcuni dei quali molto gravi: questo il bilancio della strage di ieri nel centro commerciale Olympia-Einkaufszentrum a Monaco di Baviera, in Germania. Ad aprire il fuoco sulla gente sarebbe stato un diciottenne di origine iraniana che viveva a Monaco con i genitori.

Dopo una breve fuga braccato dalla polizia, si sarebbe suicidato a poca distanza dal luogo della strage. Il padre è sotto interrogatorio da questa notte.

Secondo alcune testimonianze non confermate, il killer avrebbe addirittura preso di mira dei bambini. Sembra che il diciottenne non fosse persona nota alla polizia. I vicini lo avrebbero definito una "persona tranquilla".

La tensione è altissima e la città è ancora blindata e sotto shock, con centinaia di agenti per le strade, auto della polizia a molti incroci e imponenti misure di sicurezza generali.    

Correlati:

Germania, sparatoria in un centro commerciale
Monaco, 3 attentatori in fuga dopo sparatoria, dichiarato lo stato d'emergenza
Tags:
Vittime, strage, Germania, Monaco di Baviera
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook