Widgets Magazine
08:22 24 Luglio 2019
Tayyip Erdogan

The Atlantic: le due alternative di Erdogan

© REUTERS / Kayhan Ozer
Mondo
URL abbreviato
338

Recep Erdogan, potrebbe presto diventare il leader più potente della Turchia dai tempi di Mustafa Kemal Atatürk. Lo ritiene il direttore del programma di ricerca sulla Turchia presso il Washington Institute, Soner Cagaptay.

Dopo il fallimento del golpe, il presidente turco potrebbe muoversi in due direzioni. Di cui una radicale. Il conservatore e filo islamico Erdogan ha già lanciato la sfida della separazione della chiesa dallo stato, soprattutto nel campo della formazione. Adesso potrebbe usare il fervore religioso, sollevato dal golpe, per ignorare la costituzione ed introdurre una rivoluzione islamica.

L'atmosfera che si respira ultimamente in Turchia ricorda l'Iran del 1979, all'epoca della rivoluzione islamica: allora pure li c'era tensione per le strade, nelle moschee si esortava alle azioni politiche, vi era una chiara mescolanza tra politica e religione. D'altra parte è assai improbabile che Erdogan faccia questa mossa. Ma "lo scenario dell'Iran del 1979 non è mai stato tanto vicino alla realtà come adesso", crede Cagaptay.

Più probabile sembrerebbe la seconda direzione. Erdogan userebbe a suo vantaggio il sostegno accordatogli dopo il golpe per promuovere, attraverso il parlamento, la rettifica della costituzione. In particolare convertirebbe il sistema parlamentare in presidenziale: con lui a capo, ovviamente. Tale approccio rientra nello stile "pragmatico, sequenziale" del presidente turco.

Prima del golpe Erdogan è riuscito a concentrare nelle sue mani un enorme potere: ha impegato 13 anni per farlo (incluso i tre mandati di primo ministro.

Correlati:

Turchia, proclamato lo stato d’emergenza
Telegraph: Erdogan conduce un nuovo colpo di stato, Turchia via da NATO
WikiLeaks pubblica documenti su partito Erdogan: sito oscurato in Turchia
Tags:
rivoluzione, Opinione, potere, Opinioni della stampa, Colpo di stato in Turchia, Situazione in Turchia, Recep Erdogan, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik