11:55 17 Luglio 2018
Presidente turco Erdogan

Stratfor: la repressione di Erdogan indebolirà le forze armate della Turchia

© REUTERS / Kayhan Ozer
Mondo
URL abbreviato
764

A seguito del tentato golpe militare, il governo del presidente turco Erdogan inizierà una purga nelle forze armate che avrà un impatto negativo sul potenziale dell'esercito turco, scrivono gli analisti del Centro statunitense di analisi geopolitica e intelligence “Stratfor”.

"Dal momento che il golpe è partito dall'interno di alcune divisioni delle forze armate, il governo del presidente Recep Tayyip Erdogan e il suo "Partito Giustizia e Sviluppo" saranno ora impegnati in un'operazione di repressione e pulizia su larga scala delle forze armate," — si afferma nell'analisi della "Stratfor".

In virtù di questo contesto, per Ankara sarà difficile utilizzare le forze armate come strumento per la realizzazione delle politiche e della strategia nazionale, rilevano gli analisti. L'imminente raid punitivo contro l'esercito minerà il morale e la coesione dei soldati turchi. Gli arresti dei comandanti militari aumenteranno il caos disorganizzativo dell'esercito.

L'indebolimento delle forze armate impatterà negativamente sulle possibilità della Turchia per affrontare le sfide attuali, come ad esempio la lotta contro i curdi del "Partito dei Lavoratori del Kurdistan" (PKK) e l'eventuale invasione in Siria.

Il caos nell'esercito turco può danneggiare anche le altre pedine della regione.

In particolare la Stratfor si riferisce agli Stati Uniti, che dipendono fortemente dalla Turchia per la gestione dei raid in Medio Oriente contro il Daesh.

Inoltre, come osservato dagli analisti, Erdogan e i suoi sostenitori da molto tempo temevano un possibile colpo di stato militare, che nella storia moderna della Turchia si è verificato 4 volte a partire dal 1960. Ora ogni soldato legato anche indirettamente al predicatore Gülen, che Ankara accusa di essere il regista del tentato golpe, rischia l'arresto.

Correlati:

Il caos in Turchia visto dalla stampa estera
USA sospendono attacchi aerei contro il Daesh per via dei cieli turchi chiusi
Turchia, uccisi 16 organizzatori del golpe, numero totale di fermati sale a 1563
La notte del colpo di stato in Turchia - Fotogallery
Pushkov: il tentato golpe ha rafforzato il potere di Erdogan
Ministro turco: USA dietro il tentato Colpo di stato
Tags:
ISIS, Terrorismo, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Geopolitica, Colpo di stato in Turchia, NATO, Esercito, Recep Erdogan, USA, Siria, Medio Oriente, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik