Widgets Magazine
03:08 18 Settembre 2019
Camion con le antenne satellitari, Mosul, Iraq

Il Daesh proibisce l’utilizzo della TV satellitare

© Sputnik .
Mondo
URL abbreviato
0 05
Seguici su

La cosiddetta “polizia islamica” del Daesh va in giro per le strade di Mosul alla ricerca di case in cui è installata una tv satellitare e ne sequestra l’impianto. Lo ha raccontato a Sputnik un abitante di Mosul.

In questo modo il Daesh proibisce alla popolazione di guardare quei canali che trasmettono le disfatte militari dell'organizzazione terroristica per mano delle truppe governative irachene e della milizia popolare.

"I militanti del Daesh irrompono nelle case e si portano via l'antenna satellitare con la scusa che di agire su base legale, in quanto lo stesso Daesh tre mesi fa ha diramato un documento alla popolazione in cui gli si chiede di rinunciare alla tv satellitare perché trasmette materiali immorali contro l'islam", ha aggiunto l'abitante di Mosul.

I terroristi collocano una targhetta verde con la dicitura "fatto" in quelle strade in cui è avvenuto il sequestro delle antenne satellitari in tutte le case. Inoltre i militanti hanno stabilito punizioni fisiche e pecuniali contro chi si oppone alla confisca dell'antenna satellitare: 80 frustate e una multa il cui importo è a discrezione del terrorista di turno.

Correlati:

Il Daesh punisce i disertori bollendoli vivi
I “pentiti” del Daesh sono una minaccia anche per la Russia
Terrorismo, Daesh punta al sud est asiatico e crea una "provincia" nelle Filippine
Tags:
ISIS, Punizione, divieto, TV, Terrorismo, situazione in Medio Oriente, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik