09:08 17 Dicembre 2017
Roma+ 3°C
Mosca+ 8°C
    Segretario di Stato USA John Kerry

    Kerry: il futuro delle sanzioni dipende dalla condotta della Russia

    © AFP 2017/ Saul Loeb
    Mondo
    URL abbreviato
    11125

    Le sanzioni degli USA contro la Russia saranno prorogate se non rispetterà i suoi obblighi per la de-escalation del conflitto nel Donbass. Lo ha dichiarato il segretario di Stato americano John Kerry, dopo un incontro con il presidente ucrainao Petro Poroshenko.

    "Ci auguriamo che presto le nostre speranze per la risoluzione della situazione nel Donbass diventino azioni reali che porteranno miglioramenti… Se la Russia sceglierà la via della distensione e la piena attuazione degli accordi di Minsk, noi tutti lo sosterremo… Se la Russia non soddisferà tutti i suoi impegni, allora le sanzioni resteranno in vigore", ha detto Kerry nella conferenza stampa a Kiev.

    La visita di Kerry in Ucraina è una parte di un tour di due giorni, che ha avuto inizio in Georgia. A Kiev Kerry incontrerà anche il primo ministro  Vladimir Groisman, il presidente del parlamento Andrew Paruby e il ministro degli Esteri Pavel Klimkin.

    Kiev, Washington e Bruxelles hanno ripetutamente accusato Mosca di interferire negli affari dell'Ucraina. La Russia nega e definisce le accuse inaccettabili.

    Correlati:

    Economisti stimano i danni dell'Occidente per le sanzioni contro la Russia
    Anche la Toscana approva risoluzione contro le sanzioni alla Russia
    Le imprese tedesche aggirano le sanzioni contro la Russia
    Tags:
    Petro Poroshenko, accordi di Minsk, dichiarazioni, Conflitto nel Donbass, Sanzioni alla Russia, John Kerry, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik