23:47 11 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 0°C
    Un agente degli servizi segreti ucraini SBU

    Francese arrestato in Ucraina con accusa di terrorismo rifiuta di collaborare

    © East News/ Ukrafoto
    Mondo
    URL abbreviato
    306

    Il 25enne francese arrestato in Ucraina con l'accusa di voler preparare diversi attentati durante gli Europei di calcio si rifiuta di collaborare con gli investigatori, riporta oggi il giornale “Figaro”.

    Secondo il giornale, il sospetto è attualmente in carcere a Kiev. Il giudice del tribunale interregionale di competenza speciale di Nancy insieme a 2 investigatori in precedenza si era recato in Ucraina per l'interrogatorio del sospettato. Secondo il giornale, sono stati a Kiev dal 29 maggio al 1º luglio. Gli interrogatori venivano condotti ogni giorno, ogni volta il giovane ripeteva di non avere "nulla da dire".

    "Pensavo che avrebbe parlato, ma mi sono imbattuto in una persona molto ostinata, mi sembrava molto tenace," — ha raccontato il giudice.

    Ai primi di giugno i servizi segreti ucraini (SBU) avevano annunciato l'arresto al confine ucraino-polacco di un cittadino francese, sospettato di pianificare attacchi terroristici alla vigilia di Euro-2016; nella sua auto sono stati trovati 3 lanciagranate, più di 100 kg di esplosivi, detonatori e diversi kalashnikov. E' stato arrestato per: contrabbando, terrorismo e detenzione illegale di armi. Secondo la SBU, preparava 15 attacchi.

    Secondo le autorità francesi, il concittadino arrestato in Ucraina era implicato in una rete di trafficanti di armi, non in gruppi terroristici.

    Secondo il "Parisien", il francese arrestato in Ucraina è un 25enne legato al movimento "Rinascimento francese", un gruppo di estrema destra ultra-cattolico e nazionalista.

    Tags:
    Estremismo, Terrorismo, Europei di calcio 2016, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik