06:58 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Profughi nel Mar Egeo (foto d'archivio)

    NATO può espandere missione nel Mediterraneo per contrastare immigrazione clandestina

    © REUTERS/ Yannis Behrakis
    Mondo
    URL abbreviato
    405

    Nel vertice della NATO dell'8 e 9 luglio a Varsavia potrebbe essere decisa la proroga della missione navale della NATO per contrastare gli scafisti e i flussi migratori verso i Paesi dell'Unione Europea, ha riferito a RIA Novosti oggi una fonte diplomatica a Bruxelles vicina alla NATO.

    "Questa decisione può essere presa. A sostegno dell'espansione della missione sono la Germania, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti", — ha rivelato la fonte.

    Nel Mar Egeo è schierato un gruppo navale della NATO, che raccoglie le informazioni sui barconi che trasportano i clandestini e le trasmette alla Grecia e Turchia, contribuendo a coordinare gli sforzi di questi Paesi e dell'Unione Europea nel suo complesso. Nel gruppo ci sono navi, per lo più fregate, provenienti da Grecia, Germania, Turchia, Stati Uniti, Gran Bretagna e Polonia.

    Secondo l'agenzia delle frontiere dell'Unione Europea "Frontex", nel 2015 sono arrivati in Europa 1,8 milioni di migranti. Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni, nel 2015 nel Mar Mediterraneo hanno perso la vita 3mila tra migranti e profughi. Nel corso dei primi mesi del 2016 quasi 174mila migranti sono arrivati via mare sulle coste europee, mentre il bilancio delle vittime e dei dispersi raggiunge 723 persone.

    Correlati:

    Gli USA combatteranno il traffico clandestino di migranti nel Mar Egeo
    Crisi profughi, la NATO rafforzerà la sua missione nel Mar Egeo
    Nave militare turca nel gruppo NATO nel Mar Egeo per contrastare flusso immigrati
    Irrealizzabile il piano della NATO nel Mar Egeo per il controllo dei flussi di profughi
    Portaerei russa "Admiral Kuznetsov" si prepara a lunga missione nel Mediterraneo
    Tags:
    migranti, profughi, Immigrazione, Vertice NATO, Frontex, Unione Europea, NATO, Mar Egeo, Mar mediterraneo, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik