Widgets Magazine
17:01 21 Settembre 2019
Batteria missilistica mobile Iskander

“La NATO non ha i mezzi per rompere le difese della Russia in Crimea e Baltico”

© Sputnik . Alexei Danichev
Mondo
URL abbreviato
6313
Seguici su

L'Alleanza Atlantica ha bisogno di prendere decisioni e creare gli analoghi ai sistemi d'armi russi di limitazione di accesso (A2/AD), schierati in Crimea e a Kaliningrad.

Gli Stati Uniti hanno gli strumenti necessari per contrastare i sistemi di limitazione d'accesso (A2/AD) della Russia nel contesto europeo di azioni di combattimento, tuttavia Washington non è in grado di penetrare le 2 nuove roccaforti di Mosca, scrive Dave Majumdar in un articolo per la rivista "The National Interest".

L'autore dell'articolo si riferisce alle parole dell'ex comandante supremo delle forze armate degli Stati in Europa Philip Breedlove, che si è lamentato del potenziale dei sistemi di attacco rapido durante il "dispiegamento operativo delle forze." In particolare è dovuto alla eccessiva dipendenza della NATO dall'Aviazione per affrontare i sistemi A2/AD della Russia.

La forza dell'Aviazione può non essere sufficiente, ritiene il militare in congedo, pertanto alle forze di terra americane occorre svolgere un ruolo più importante nella lotta contro la minaccia dei sistemi d'arma russi A2/AD.

"Abbiamo bisogno di maggiore potenziale per le forze terrestri, con la capacità di sferrare attacchi mirati su lunghe distanze, oltre ad avere alta capacità di sopravvivenza," — sottolinea Breedlove. "Abbiamo bisogno di una fitta rete di A2/AD, la stessa con cui ci troviamo di fronte."

Breedlove non ha toccato la questione se le nuove armi saranno conformi al Trattato INF, che vieta l'uso di missili con un raggio d'azione compreso tra 500 km e 5mila km. Probabilmente Breedlove spinge per un sistema che soddisfi i requisiti del Trattato: qualcosa come il lanciamissili russo "Iskander-M".

Secondo Breedlove, i sistemi di limitazione d'accesso A2/AD della Russia hanno un carattere estremamente offensivo, quindi occorre rispondere di conseguenza. Così, Breedlove ritiene che sia necessario prendere in considerazione la possibilità di creare armamenti offensivi A2/AD.

A sua volta l'ex assistente del segretario alla Difesa USA per la Russia, l'Ucraina e l'Eurasia Evelyn Farkas ha osservato che Mosca porta avanti con successo la modernizzazione delle forze armate in settori chiave, in particolare nei missili da crociera, nei sistemi di difesa missilistica, suscitando così la preoccupazione di Washington.

Come notato da Lisa Sawyer Samp, collaboratrice del centro d'analisi CSIS, il divario tra gli Stati Uniti e la Russia è reale e Mosca non può tenere il passo con Washington in tutto il mondo, come durante l'Unione Sovietica. Il Cremlino può essere una minaccia per l'Alleanza Atlantica solo a livello regionale.

La Russia ha tuttavia alcuni vantaggi, ritiene Lisa Sawyer Samp.

In primo luogo il sistema A2/AD, in secondo luogo le armi combinate e in terzo luogo l'informatica e la guerra elettronica.

Negli USA questo fatto, secondo l'analista, dovrebbe essere preso in considerazione durante la pianificazione dell'esercito, così come durante l'assegnazione delle commesse di difesa.

Correlati:

Nato-Russia: saggio di Breedlove contro Russia serve a incrementare spese militari Europa
Mosca accusa generale USA Breedlove di danneggiare i rapporti tra Russia e NATO
Breedlove shock: se necessario USA pronti a guerra e vittoria con Russia in Europa
Generale NATO constata la superiorità dell'esercito della Russia
Tags:
Difesa, Sicurezza, Geopolitica, esercito USA, Esercito russo, NATO, Kaliningrad, Crimea, Europa, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik