14:18 17 Novembre 2019
Una barca di migranti

Migranti, recuperato relitto del naufragio del 2015 nel Mediterraneo

© Sputnik .
Mondo
URL abbreviato
206
Seguici su

Recuperato in queste ore il peschereccio inabissatosi il 18 aprile del 2015 con a bordo centinaia di migranti.

Sono da poco state completate le operazioni per il recupero del relitto del peschereccio, a bordo del quale viaggiavano oltre 800 migranti e inabissatosi nel Canale di Sicilia lo scorso 18 aprile, che provocò la più grave strage di profughi nel Mediterraneo da quando le imbarcazioni dei trafficanti solcano quel tratto di mare.

La nave Ievoli Ivory, appoggiata da due navi della Marina Militare italiana, hanno provveduto al recupero del relitto, che potrebbe ancora contenere i corpi di almeno 400 persone, a oltre 350 metri di profondità grazie all'ausilio di strumentazioni realizzate su misura per questo intervento.

Il peschereccio verrà conservato nel porto di Augusta dove, prima di ogni ulteriore operazione, dovrà essere sottoposto ad un trattamento di refrigerazione all'interno di un capannone costruito per l'occasione. Solo successivamente, squadre di vigili del fuoco e operatori della Croce Rossa potranno procedere al recupero delle salme per la loro identificazione. 

Correlati:

Migranti, Atene: entro il 20 luglio sgombero del porto del Pireo ed ex aeroporto
Migranti, Frontex: Fino a 300mila profughi in arrivo da Libia
Sondaggio: i migranti dividono la società europea
Migranti, 5mila persone salvate e in arrivo sulle coste italiane
Guterres: la Russia dovrebbe accogliere i migranti
Tags:
Crisi dei migranti, naufragio, Mediterraneo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik