23:13 24 Novembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca-5°C
    Manifestazione contro la legge di lavoro in Francia

    La Francia ancora contro il nuovo job act

    © AFP 2017/ François Lo Presti
    Mondo
    URL abbreviato
    345290

    Quarantuno i fermati nelle manifestazioni di ieri.

    Francia di nuovo in piazza contro la riforma del lavoro.

    55mila persone hanno sfilato ieri, martedì 28 giugno, lungo le vie della capitale nelle stesse ore in cui il progetto di legge voluto dal premier Manuel Valls ha ottenuto il via libera del Senato. Non sono mancati scontri tra dimostranti e forze dell'ordine: 2.500 gli agenti schierati, 41 le persone fermate.

    La riforma del lavoro era già stata approvata dall'Assemblea Nazionale francese senza discussione né voto. Il voto finale è atteso per il 20 luglio.

    Maggiore facilità di licenziamento, allungamento dell'orario di lavoro e licenziamenti più facili: sono queste alcune delle misure previste dal progetto di legge, firmato dalla ministra francese del lavoro Myriam el Khomri, che spingono in piazza i francesi da mesi.

    I manifestanti accusano la legge El Khomri, di smantellare alcuni diritti acquisiti e di rendere più facili i licenziamenti, se non addirittura di essere stata scritta a quattro mani con il Medef, la confindustria francese. 

    Correlati:

    “Francia sull'orlo di una guerra civile”
    Francia, vietata manifestazione dei sindacati contro legge sul lavoro
    Marine Le Pen: la Francia ha motivi più validi di Londra per uscire dalla UE
    Tags:
    Riforma del lavoro in Francia, riforme, Assemblea Nazionale, Myriam el Khomri, Manuel Valls, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik