23:28 21 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 11°C
    Alparslan Çelik (al centro)

    Turchia: Celik rimarrà in carcere fino al 2017

    © REUTERS/ Stringer
    Mondo
    URL abbreviato
    0 24503

    Alparslan Celik, sospettato dell’omicidio del pilota del caccia russo abbattuto in Siria, resterà in carcere fino all’8 giugno 2017. Lo ha reso noto l’agenzia Anadolu.

    Celik sarebbe dovuto essere rilasciato su cauzione il 27 giugno, ma i termini della sua detenzione sono stati estesi per le sentenze riguardanti altri capi d'imputazione. Il tribunale, infatti, lo ha condannato a due anni e mezzo di carcere e ad una multa per falsificazione di denaro; sarà detenuto fino all'8 giugno 2017.

    Il 27 giugno la procura turca ha riavviato il procedimento penale contro Celik, sospettato nell'omicidio del pilota russo Oleg Peshkov dopo essersi paracadutato dal caccia abbattuto dall'aeronautica militare turca.

    Celik è stato incriminato per possesso illegale di armi ed è accusato di frode. È stato fermato a marzo a Izmir; in aprile il tribunale ha sancito il suo arresto. Questa misura è stata presa perché nel 2014 Celik è fuggito dal carcere dove avrebbe dovuto scontare una pena di due anni e mezzo di reclusione

    Correlati:

    Peskov: miglioramento relazioni Russia-Turchia possibile, ma non immediato
    Russia-Turchia, Ankara: Progressi nella normalizzazione delle relazioni
    Le scuse di Erdogan a Putin commentate dai media internazionali
    Erdogan chiede scusa alla Russia e Putin per abbattimento aereo in Siria
    Tags:
    Sospetti, Carcere, Condanna, Abbattimento caccia russo Su-24, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik